Negozi chiusi alla domenica: al via iter per consentire solo 8 aperture

Negozi chiusi alla domenica: al via iter per consentire solo 8 aperture

Addio negozi e supermarket aperti tutti i giorni, anche nei festivi. "Questo comporterebbe una inevitabile confusione e una concorrenza letale tra attività che risiedono anche a pochi chilometri di distanza". Federstribuzione, che rappresenta i big della grande distribuzione organizzata, ha invece una posizione diversa. "Invece di preoccuparsi di far riaprire i negozi, si preoccupano di chiuderli, tornando al passato e al vecchio". Le liberalizzazioni introdotte dal Governo Monti nel Decreto 'Salva Italia' non hanno prodotto gli effetti sperati.

Lega e M5s lo avevano promesso.

Ci siamo. Come ripetuto più volte dal Movimento 5 Stelle arriva lo stop alle aperture domenicale dei negozi. Nella versione M5S spetta sempre alle regioni stabilire le nuove regole prevedendo dei turni fra i negozi che però non potranno essere aperti per più di una domenica al mese. Vogliono tornare a chiusure domenicali e orari controllati. Le donne, deo gratias, si sono in buona parte liberate dal ruolo domestico imposto loro e hanno iniziato a lavorare anch'esse. "Un'altra misura ammazza crescita che combatteremo in ogni modo" afferma Andrea Mazziotti di +Europa.

La quinta proposta è quella della Regione Marche, che prevede il rispetto degli orari di apertura e chiusura delle attività commerciali che somministrano alimenti e bevande, con l'obbligo di una mezza giornata di chiusura infrasettimanale. "Era tempo di dare un segnale a migliaia di italiani, imprenditori e lavoratori, che aspettano un intervento correttivo sulla deregulation totale oggi in vigore", così l'associazione in una nota.

La Lega vuole abolire le liberalizzazioni del governo Monti e punta a regolamentare le aperture domenicali e festive dei negozi. Ma che non sembra essersi trasformato in acquisti reali: nel 2017 le vendite del commercio al dettaglio sono state inferiori di oltre 5 miliardi di euro ai livelli del 2011, ultimo anno prima della liberalizzazione. "È importante, a questo punto, arrivare ad una revisione dell'attuale regime con una norma condivisa e sostenibile". L'obbligo di chiusura domenicale e festiva non si applica agli esercizi commerciali di località turistiche, di montagna e balneari per i quali l'orario di apertura e chiusura non è soggetto ad alcun obbligo. La leghista Barbara Saltamartini ha presentato un disegno legge che prevede limita le aperture di domenica durante l'anno degli esercizi commerciali al solo mese di dicembre o alle festività nei 365 giorni.