Nave Diciotti, Salvini indagato per sequestro di persona aggravato

Nave Diciotti, Salvini indagato per sequestro di persona aggravato

"Questo ufficio ha richiesto al Tribunale di Palermo - si legge nella nota della Procura - collegio speciale per i reati cosiddetti ministeriali, di procedere ad indagini preliminari nei confronti del ministro dell'Interno per il reato di sequestro di persona aggravato, commesso nel territorio siciliano fino al 25 agosto 2018, in pregiudizio di numerosi soggetti stranieri; ciò, in ossequio alle disposizioni della legge costituzionale n. 1 del 1989 e della legge n. 219 del 1989". Ma, proprio dal punto di vista politico, è un fatto che la vicenda dei fondi della Lega e quella dell'avviso di garanzia per la Diciotti riavvicini Salvini al suo tradizionale alleato, Silvio Berlusconi, allontanandolo da un Movimento che l'ex Cavaliere ha sempre bollato come giustizialista e, per questo, pericoloso. "Ho tanti difetti, ma decido con la mia testa", afferma a Rtl 102.5 il ministro dell'Interno.

Salvini ha ricevuto la lettera della procura di Palermo in cui è scritto che il ministro dell'Interno è indagato per sequestro di persona aggravato. Cadono invece gli altri tre reati ipotizzati: il sequestro di persona a scopo di coazione, che era l'ipotesi più grave, l'abuso d'ufficio e l'omissione di atti d'ufficio. "Vado avanti" sottolinea. "Sono pronto a venire a piedi a Palermo anche domani a spiegare cosa ho fatto, perché l'ho fatto e perché lo rifarei." assicura, ringraziando i "magistrati", "il procuratore di Genova" perché "mi date solo più forza".

"Dopo tre mesi al Viminale, guardando i numeri dei rimpatri di migranti irregolari effettuati, Matteo Salvini si è accorto di quello che era noto ed evidente a tutti da mesi". A fronte dell'accoglienza che è stata loro garantita hanno risposto sparendo, non si sono fatti identificare. "Ringrazio i 3 milioni di amici che mi stanno dicendo 'non mollare, tieni duro'".

Mentre vengono escluse, per ora, le responsabilità nei confronti del capo di gabinetto Matteo Piantedosi, per verificare la sussistenza di ulteriori o diverse accuse è necessario acquisire altri elementi, e l'unico organismo che può farlo è il Tribunale dei ministri, a cui il procuratore Francesco Lo Voi ha trasmesso il fascicolo accompagnato dall'invito a compiere gli accertamenti necessari. Salvini ed è in corso la notifica degli avvisi ai soggetti da ritenersi persone offese del reato ipotizzato, come previsto dalla legge costituzionale sopra citata. La Procura di Palermo ha inviato al Tribunale dei ministri gli atti dell'inchiesta su Salvini, relativamente al blocco dei migranti a bordo della nave della Guardia Costiera nel porto di Catania con oltre 150 migranti a bordo.