Marchionne, a Torino big dell’economia e lavoratori per la commemorazione

Marchionne, a Torino big dell’economia e lavoratori per la commemorazione

Oltre a John Elkann, presidente di Exor, Fca e Ferrari, sono arrivati in Duomo i successori di Marchionne l'amministratore delegato di Fca, Michael Manley, l'amministratore delegato di Ferrari, Louis Camilleri, e la presidente di Cnh Industrial, Suzanne Heywood.

Sottolineando che la celebrazione in Duomo per ricordare Marchionne " è un omaggio della città per lui, in segno di rispetto e di cordoglio, un abbraccio alla sua famiglia e ai suoi parenti, che sono venuti dall'Abruzzo e un po' da tutt'Italia e che salutiamo con affetto, un saluto commosso di chi ha lavorato con lui e ha condiviso anni intensi e indimenticabili". Per me sei stato una persona con cui confrontarmi e di cui fidarmi soprattutto un amico", ha aggiunto."Sergio hai insegnato a tutti noi a pensare diversamente.

In Duomo - un migliaio i presenti - anche esponenti del governo e uomini politici tra i quali Matteo Renzi, a Torino per impegni politici, i rappresentanti delle istituzioni locali. Folta la rappresentanza del mondo economico e finanziario: l'ad di Unicredit, Jean Pierre Mustier, il presidente di Brembo, Alberto Bombassei, Elio Catania, Antonio Baravalle, Marco Tronchetti Provera, Gabriele Galateri con la moglie Evelina Christillin, Marco Testa, Carlo De Benedetti, il segretario generale dell'Acea, Ivan Hodac.

Per la Juventus sono arrivati il presidente Andrea Agnelli, accompagnato da Pavel Nedved, insieme all'allenatore Massimiliano Allegri e al capitano Giorgio Chiellini.

"A Marchionne è stato affidato un patrimonio glorioso, nel momento in cui era più gravemente compromesso". Insieme alle delegazioni di operai di tutti gli stabilimenti italiani di Fca, Ferrari e Cnh Industrial ci sono anche esponenti delle associazioni sindacali dei metalmeccanici. Elkann, con voce rotta dalla commozione, ha proseguito sottolineando che "in occasioni come questa non si può che parlare della vita". "Quando guardiamo alla vita che conducono i ricchi e i potenti - ha detto - ci sembra sempre che essi non abbiano problemi; non siamo portati ad accorgerci dei loro drammi personali e umani". Dopo l'omelia, alcuni lavoratori Fca hanno letto le preghiere per Marchionne.