Macron al disoccupato: lavoro? Basta attraversare la strada

Macron al disoccupato: lavoro? Basta attraversare la strada

L'incontro, fortuito, con il capo dello Stato è avvenuto sabato, le polemiche sui social vanno avanti da giorni e Jonathan Jahan ha accettato di commentare pubblicamente.

L'ultimo scivolone risale ai giorni scorsi, in occasione delle giornate aperte al pubblico dell'Eliseo e di un faccia a faccia con un giovane giardiniere disoccupato che lamentava di non riuscire a trovare lavoro, nonostante l'invio martellante di curricula.

Altra battuta controversa del presidente francese, Emmanuel Macron, colta in diretta dalle telecamere e registrata dai tanti telefoni presenti e poi pubblicata sui social. A lungo, il presidente, si è intrattenuto con la gente, stringendo mani, prestandosi a selfie e fermandosi a parlare. Il quotidiano Libération lo ha paragonato alla regina Maria-Antonietta, che al popolo ridotto alla fame e senza pane, consigliava di mangiare dolci. "Di base sarei agricoltore" ha specificato quindi il disoccupato. Il presidente, a quel punto, gli ha suggerito di cambiare settore di attività: "se lei è disponibile e motivato, nel settore alberghiero, nei bar, e nella ristorazione, nell'edilizia, non c'è un posto in cui vado dove non mi si dica che cercano personale. Attraverso la strada e glielo trovo un lavoro!" gli ha risposto il presidente della Repubblica.

Prima il caso Benalla, poi le dimissioni eccellenti nel governo, infine un crollo di consensi, legato soprattutto alla politica economica, che ha portato la sua popolarità sotto quella del vituperato predecessore, Francois Hollande.

"È un disprezzo di casta inaccettabile", sostiene invece il deputato della France Insoumise Eric Coquerel. "Io scelgo un presidente che dice la verità".

Lo scorso 30 agosto, in visita in Danimarca, Macron aveva suscitato un vespaio definendo i suoi connazionali "Galli refrattari a ogni cambiamento". "Niente, vogliono solo bloccare tutto e protestare".