Lewis Hamilton: "Ora battere la Ferrari sarà dura"

Lewis Hamilton:

"Sabato dovrò trovare il giusto bilanciamento e penso che potremo andare bene".

Alla fine a Maranello ha prevalso la linea scelta da Sergio Marchionne, che aveva individuato nel giovane cresciuto nella Driver Academy e attualmente alla guida della Sauber marchiata Alfa Romeo il campione del futuro. Ho semplicemente voluto tornare lì, perchè farla così complicata?

Ha deciso il team, Ferrari che punta su Leclerc per battere una strada nuova, inedita nel recente passato. Si può ipotizzare, ma si vedrà.

Non ha alcuna voglia di appendere il casco al chiodo e, quest'anno, ha dimostrato di valere in più occasioni le prestazioni di Sebastian Vettel a parità di macchina. Poi ha aggiunto ironicamente:"In realtà corro solo per farmi fare domande da voi!".

Sicuramente c'è un'opportunità molto alta che finisca la carriera lì. Cosa mi stimola a continuare? Lui è il miglior esempio di questo. Così una nota apparsa sul sito ufficiale della scuderia emiliana. Gareggiare è quel che mi piace di più, anche il lavoro con i media è importante, il motivo per il quale continuo è gareggiare anche se non è la parte rilevante come un tempo del week end. "Rispondo sempre allo stesso modo ogni volta". Non ho bisogno né m'interessa sentire ciò che dicono gli altri? Di contro, però, a preoccupare leggermente la scuderia del Cavallino c'è l'errore di Sebastian Vettel che ha toccato il muro con entrambe le ruote di destra finendo per danneggiare la sua SF71H e chiudendo in anticipo la sessione. Io guido solo la mia macchina - ha detto Raikkonen nella conferenza stampa Fia della vigilia del Gp di Singapore - si parla sempre tanto, è facile parlare da fuori, poi in pratica è difficile fare le cose giuste. "Vedremo cosa cadrà in gara, sappiamo le nostre regole interne e sono piuttosto semplici".