Indonesia, dopo il terremoto uno tsunami colpisce l’isola Sulawesi: oltre 380 morti

Indonesia, dopo il terremoto uno tsunami colpisce l’isola Sulawesi: oltre 380 morti

I funzionari hanno chiesto alle persone dell'area colpita di rimanere in allerta mentre proseguono le scosse di assestamento, che sono di magnitudo più bassa rispetto all'evento principale ma che stanno causando ugualmente ulteriori danni.

La costa centro-occidentale dell'isola indonesiana di Sulawesi è stata colpita prima del tramonto da un doppio terremoto e poi dallo tsunami.

La città di Palu, la capitale della provincia, situata a circa 80 chilometri dall'epicentro del terremoto, è stata colpita da un'onda di 1,5 metri. Molti cittadini si sono rifugiati nei piani più alti dei palazzi, per evitare di essere trascinati via dalla potenza dello tsunami.

Sutopo Purwo Nugroho, portavoce della National Disaster Mitigation Agency, ha dichiarato in un'intervista televisiva che il consiglio per tutte le persone è quello "di rimanere nell'area sicura" e di stare il più possibile "lontano dagli edifici danneggiati". Il terremoto, di magnitudo 7.7, sembra aver causato diversi danni, ed è stato già lanciato l'allarme tsunami. Nel filmato scioccante, sembra registrato a Palu, Sulawesi, si intravedono enormi onde che si muovono in avanti tra urla terrificanti.

Si aggrava in maniera vertiginosa il bilancio delle vittime dopo il terremoto e lo tsunami che hanno colpito l'Indonesia. Tra le numerose vittime anche 44 italiani, che si trovavano in Indonesia e nelle isole vicine in vacanza.

La Protezione civile indonesiana segnala una grande quantità di case crollate.

Anche l'aeroporto di Palu, danneggiato dal sisma, verrà riaperto solo domani in serata.

La scossa ha provocato anche uno tsunami.

La devastazione provocata dal maremoto del 2004 al largo di Sumatra, che causò oltre 180mila morti nella sola Indonesia, è rimasta impressa nella memoria nazionale.

I terremoti sono frequenti in Indonesia, collocata sull " anello di fuoco', una catena di vulcani collocata sulle linee di faglia del bacino del Pacifico.