F1 Griglia di partenza Gp Singapore: Hamilton in pole, Vettel 3°

F1 Griglia di partenza Gp Singapore: Hamilton in pole, Vettel 3°

La gara di domani si preannuncia certamente interessante, con tre scuderie diverse nelle prime tre posizioni: Mercedes, leader del mondiale, Red Bull, in parte riscattata nella giornata di oggi, e una Ferrari che ci si aspettava forse più brillante, visti gli ottimi tempi cronometrati nelle prove libere; per quanto riguarda la Ferrari, Vettel commenta: "credo che la macchina vada bene in assetto da gara, ma partire dietro sarà un po' più difficile".

Ora per la Ferrari la gara di domenica in un circuito che non si presta ai sorpassi, sarà tutta in salita, deve sperare solo in un miracolo o in un errore di Hamilton che al momento non è preventivabile.

Calata la notte i team sono scesi in pista a caccia del tempo migliore del weekend.

Ma attenzione, perché il nemico è sempre in agguato. E' stato qualcosa di più. Esclusi dalla Q2 anche il neozelandese Brendon Hartley (Toro Rosso), il belga Stoffel Vandoorne (McLaren) e le due Williams.

Nel Q2 la Ferrari ha provato a qualificarsi montando la gomma Ultra-soft ma tale scelta non ha pagato e ha costretto i due cavallini a ritentare ai box per montare le gomme rosa. Kimi Raikkonen, l'altro pilota della Ferrari, partirà invece dalla sesta posizione dietro al connazionale della Mercedes Valtteri Bottas.

"Non è l'ideale, volevamo la pole e non ci siamo riusciti". L'inglese durante il Q3 a Singapore ha tirato fuori una magia dal cappello girando in 1:36.015 (nuovo record del circuito) con una W09 decisamente non imbattibile. Sebastian Vettel non nasconde la delusione dopo le qualifiche del Gp di Singapore, dove non è andato oltre la terza posizione.

Tra gli inseguitori, ovviamente meno evidente rispetto a quella di Hamilton, ma non per questo meno meritevole, è stata la prestazione in qualifica di Sergio Perez: il pilota messicano è riuscito a ottenere il 6° posto staccando anche lui tutti gli altri di oltre 3 decimi.