Crollo Genova, ABI: mutui sospesi per durata emergenza

Crollo Genova, ABI: mutui sospesi per durata emergenza

Nella zona colpita dal crollo del ponte Morandi, il Gruppo bancario Intesa Sanpaolo è pronto a cancellare i mutui prima casa a tutti quei residenti che, nel Comune di Genova, si trovano nella cosiddetta 'zona rossa', quella dove probabilmente tutte le case saranno dichiarate potenzialmente inagibili a seguito dei lavori che porteranno all'abbattimento di quel che resta del ponte. A questo scopo e' stato stanziato un plafond di 4,5 milioni di euro a cui si aggiunge l'attivazione della moratoria dei finanziamenti, che prevede la sospensione di 12 mesi gratuita e volontaria dei finanziamenti a privati e imprese.

Le famiglie sfollate dopo il crollo del ponte Morandi di Genova potranno sospendere il pagamento dei mutui per gli immobili nella zona rossa a Poste Italiane. Tra l'altro, si legge ancora nel comunicato della banca, se il minore completerà gli studi fino al conseguimento della laurea il capitale garantito salirà del 50% "coerentemente fino a un massimo di 300.000 euro". "Abbiamo riflettuto su quale tipo di intervento potevamo compiere per aiutare in modo concreto e diretto le famiglie e le imprese che vivono e operano nella zona rossa".

Lo fa sapere la società, precisando che al momento circa 30 famiglie si sono rivolte per questo motivo ai due Punti di contatto. Anche Deutsche Bank ha intanto annunciato un contributo ad hoc: i clienti della banca avranno a disposizione, oltre alla possibilità di richiedere una moratoria di 12 mesi sulle rate dei mutui, una cassetta di sicurezza a titolo gratuito per un anno presso uno degli sportelli di Genova.

Il Direttore generale dell'Associazione Bancaria Italiana, Giovanni Sabatini, rende noto che è stata decisa la sospensione del rimborso dei mutui collegati al tragico evento del ponte di Genova, fino al perdurare dello stato di emergenza. Lo scrive, su Facebook, il presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera Sergio Battelli.