Ciclismo:Mondiali,convocati Nibali e Aru - Ciclismo

Ciclismo:Mondiali,convocati Nibali e Aru - Ciclismo

Dopo aver fallito l'assalto ai grandi giri, l'Italia della bicicletta dirotta tutte le sue attenzioni sul Mondiale di Innsbruck e su un percorso ampiamente selettivo e da scalatori. Stiamo parlando del muro di Gramartboden, uno strappo di 2.8km con pendenza media all'11% e punte al 28%, che ammazzerà i corridori che non sono scalatori puri e porterà all'arrivo dopo una discesa di 5km e tre km in falsopiano.

Annunciati anche i corridori selezionati nelle categorie giovanili. Aru è reduce da una stagione da dimenticare e nelle ultime tappe della Vuelta è stato ulteriormente condizionato da una caduta e da un attacco febbrile. L'ottavo uomo uscirà tra Franco Pellizotti, Giovanni Visconti, Gianluca Brambilla e Dario Cataldo.

Il ct della nazionale azzurra di ciclismo, Davide Cassani, ha convocato 12 ciclisti in vista del mondiale che si correrà ad Innsbruck il 30 settembre 2018. Otto di loro parteciperanno alla gara in linea, designati per la cronometro Fabio Felline e Alessandro De Marchi. Cassani ha dissipato i dubbi sulla presenza di Aru decidendo di inserirlo tra gli 11 nonostante i postumi della brutta caduta rimediata nel corso della Vuelta.

A nostro avviso è al 50%, e potrebbe salire al 70-80% per Innsbruck, ma lo Squalo dello Stretto è scettico e l'ha detto chiaramente ieri a Madrid: "Non sono nella condizione di fare la differenza e poter vincere il Mondiale". Poi voi mi darete 4-5 stelle e direte che sono favorito, ma sono scocciato da questa situazione. Ma di una cosa siamo sicuri: l'attaccamento alla maglia azzurra dei nostri atleti ci assicura che saremo ancora una volta protagonisti.