121 casi polmonite a Brescia, controlli su rete idrica

121 casi polmonite a Brescia, controlli su rete idrica

Queste le indicazioni che l'Agenzia di tutela della salute (Ats) di Brescia ha diffuso, consigliando alcune accortezze ai cittadini relative in particolare all'utilizzo dell'acqua: "Si invita a provvedere: alla manutenzione dei punti di emissione dell'acqua del rubinetto nelle abitazioni attraverso la sostituzione dei filtri o lasciandoli a bagno con anticalcare; a lasciar scorrere l'acqua calda e poi la fredda prima di utilizzarla, allontanandosi dal punto di emissione dopo l'apertura dei rubinetti e aprendo le finestre".

Allarme legionella, sono 150 i casi di polmonite a Brescia: c'è davvero il rischio di un contagio per colpa di un batterio?

Per questo gli esperti dell'Ats di Brescia hanno incontrato i gestori degli stessi acquedotti. Centoventuno pazienti tutti concentrati nella Bassa Bresciana e in alcuni paesi al confine con l'alto Mantovano, sparsi tra i comuni di Calvisano, Carpenedolo, Montichiari, Acquafredda, Desenzano e Gavardo. Questo l'allarme dell'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera: "Negli ultimi giorni, presso alcuni Comuni della bassa bresciana orientale, si è registrato un numero di casi di polmonite superiore a quello atteso nello stesso periodo". La speranza è che si possa trovare una soluzione per evitare che i casi di polmonite si vadano a moltiplicare con il passare del tempo. Delle 121 persone - ha spiegato l'assessore - 109 sono residenti o domiciliati nel territorio di Ats Brescia, 12 sono residenti o domiciliati in Ats Valpadana. "Le Aziende Sociosanitarie Territoriali (Spedali Civili e Garda) - ha detto l'assessore - stanno fornendo ad Ats Brescia tempestivi aggiornamenti sul numero di casi e sugli esiti degli approfondimenti diagnostici effettuati. Attraverso i dati raccolti si sta mappando la diffusione territoriale del fenomeno". Ora sono in corso gli approfondimenti per capire l'origine dell'infezione, che potrebbe essere messa in relazione a un ceppo di legionella, trasmesso probabilmente tramite le tubature dell'acqua corrente. Ats ha inviato ai Comuni buone norme di comportamento preventive chiedendo di diffonderle alla popolazione.