Suso: "Il mio futuro? Al Milan sto bene"

Suso:

Ma questo succederà in un futuro lontano, per ora Suso ha la testa solo al Milan. Però stiamo prendendo ritmo. "Ma tutti sanno cosa fare, hanno una filosofia". "Sarà una gioia dire che sono stato un giocatore importante di questa squadra". Si lavora fisicamente e tatticamente più che in Spagna e in Inghilterra. Ci sono tante sessioni video e corsi di formazione senza palla. Gattuso è un allenatore a cui piace giocare, ma bada molto anche al fisico. "È una delle peggiori preseason che ricordi..." "Con lui siamo migliorati".

Lo scorso anno ha segnato sette reti. Per quanto mi riguarda vorrei segnare più gol, a 25 anni non basta fare 7 o 8 gol a stagione. Lo scorso anno ho giocato 50 partite e sono arrivato con la giusta benzina alla fine. "Penso di dover raggiungere almeno 10 gol a stagione". Qui sono migliorato dal punto di vista tattico e l'Italia, come qualita' della vita, e' molto meglio dell'Inghilterra. Assomiglia molto alla Spagna. Si mangia bene, si vive bene e il clima non è male. Mi piacerebbe continuare, ma è chiaro che la Spagna è la mia casa. "Mi piacerebbe godermi il calcio spagnolo". Sulla possibilità di andar via già in questo calciomercato: "Avevamo diverse offerte, quattro o cinque". Ma il Milan non era disposto a trattare. Dico sempre che amo il MIlan e che la mia famiglia è molto felice. Con la nuova proprietà ci siederemo per discutere di un nuovo rinnovo. Per me è un orgoglio. Anche se la Juventus ha vinto gli ultimi Scudetti, uno sa e sente che il Milan è uno dei club più forti. Se dovesse fare bene, sarà automaticamente positivo per noi.

Nonostante il cambio di proprietà e le molte operazioni di mercato, c'è un giocatore che continua ad essere imprescindibile per il Milan: Jesús Joaquín Fernández Sáez de la Torre.

Sulla cessione di Bonucci: "Perderemo leardship ed esperienza, ha portato tante cose in una squadra molto giovane".