Skoda Karoq Scout, quando il Suv ama l’off road

Skoda Karoq Scout, quando il Suv ama l’off road

Il Salone dell'Auto di Parigi si dice pronto a svelare le ultime novità in fatto di motori.

Esattamente. La Karoq guadagna infatti l'allestimento più specifico per l'avventura extraurbana già in programma su diversi altri modelli della Casa, completato tecnicamente dalla presenza della trazione integrale di serie - a innesto automatico con gestione elettronica, la stessa in uso su gran parte dei veicoli del Gruppo VW - insieme a diversi accorgimenti per incrementare la mobilità sui fondi sconnessi. Con queste modifiche il suv compatto della marca boema del Gruppo Volkswagen rappresenterà la soluzione ideale per muoversi a proprio agio tanto in città o in autostrada quanto fuori dai percorsi asfaltati, per soddisfare le necessità di un più ampio numero di clienti. In aggiunta, il sottoscocca interamente carenato mette al riparo da eventuali inconvenienti quando si guida su terreni particolarmente accidentati. KAROQ SCOUT offre un'immagine potente e dinamica grazie a specifici dettagli in color antracite uniti a elementi cromati.

A bordo la versione Scout della Karoq sfoggia tappezzerie specifiche per i sedili, volante multifunzione con la corona rivestita in pelle, pedaliera in alluminio, Virtual Cockpit con grafica specifica per la guida in fuoristrada e pacchetto di illuminazione a LED di serie. La connettività interna della nuova Skoda Karoq Scout sfrutta il sistema LTE per il wi-fi interno mentre uno degli optional a pagamento è l'apertura keyless del portellone (per aprirlo basta passare il piede sotto il paraurti). A richiesta, è possibile aggiungere il Virtual Pedal. ŠKODA offre anche un piano di carico variabile per il vano bagagli. Nell'abitacolo, le tasche a rete sui sedili anteriori e nella zona della consolle centrale sono pensate per facilitare la quotidianità degli occupanti così come lo scomparto alla sinistra del volante e i supporti per smartphone e tablet dedicati ai passeggeri posteriori.