Serie B, niente calendari lunedì. E può slittare anche l’inizio del campionato

Serie B, niente calendari lunedì. E può slittare anche l’inizio del campionato

Mentre il calendario di Serie A è già stato definito anche nei suoi anticipi e posticipi, quello di Serie B dovrà attendere ancora per essere sorteggiato.

Questo è il comunicato della Lega di B: "Nel Consiglio direttivo della Lega B di questa mattina a Roma si sono approfonditi i temi riguardanti diritti televisivi, date e orari del campionato, sostituzioni ma soprattutto organici per la prossima stagione". Catania e Novara sono dentro, il Siena aspetta solo l'ufficialità, Ternana e Pro Vercelli hanno presentato ricorso.

Sostituzioni. Le società della Lega B, dopo un breve sondaggio di questi giorni, hanno deciso di confermare le tre sostituzioni per le gare della stagione regolare, aggiungendo un eventuale quarto cambio nelle partite in cui sono previsti i tempi supplementari (playoff/playout). La Lega B, si legge nel comunicato, "desidera ringraziare la Città di Cosenza, e la società del presidente Guarascio, per l'ospitalità offerta nell'organizzare dell'evento, ma anche per la pazienza e la disponibilità dimostrata in questi giorni". In serata, la replica piccata e definitiva della Figc: "Le disposizioni non consentono il mutamento del format del campionato da 22 a 20 squadre nella stagione corrente".

Nella riunione odierna però sono stati assegnati ufficialmente i pacchetti di "Esclusivo Highlights TV" ed "Esclusivo Radiofonico" per il triennio 2018-2021 alla Rai, che già si era aggiudicata la trasmissione in chiaro degli anticipi del venerdì. La modifica del format può entrare in vigore, infatti, dalla seconda stagione sportiva successiva alla sua adozione. La Figc "ha ribadito tale comunicazione alla Lega B, invitandola nuovamente a trasmettere le certificazioni di sua competenza, necessarie a esaminare le domande per l'integrazione dell'organico a 22 squadre". "Ora si procederà con la commercializzazione dei diritti esteri e dei diritti non esclusivi per il mercato italiano".