Napoli, Ancelotti: "Grande emozione, dobbiamo migliorare"

Napoli, Ancelotti:

Dopo aver parlato della tragedia di Genova, che ha lasciato una ferita immensa al nostro paese: "Quello che è successo a Genova ci ha rattristato, è stata una tragedia".

Buona la prima. Al ritorno in Serie A, Carlo Ancelotti bagna nel migliore dei modi l'esordio ufficiale sulla panchina del Napoli. "L'inizio è stato troppo lento, avevamo poca intensità nella costruzione del gioco e nella fase offensiva, ma sono i problemi di inizio stagione".

"Volevamo riscattare le amichevoli, sapevamo fosse una partita difficile, ma siamo contenti della vittoria" ha detto Allan a 'Sky Sport', prima di esaltare il nuovo corso azzurro.

Sul paragone tra Milik e Shevchenko: "Adesso è meglio Milik, ad oggi (ride, ndr)".

Il gol subito è sempre una cosa negativa, ma in questo caso ci ha un po' svegliato dal torpore: da lì in avanti abbiamo alzato il ritmo e la vittoria alla fine è meritata. "E poi la squadra ha grande qualità". Ora sono soprattutto contento per come abbiamo iniziato la partita, abbiamo giocato bene, abbiamo condotto il match, anche se abbiamo fatto un po' fatica nel finale. Lo scorso anno abbiamo dato l'anima e non ci siamo riusciti, quest'anno dobbiamo limare gli errori. Non voglio dire che i due si assomiglino, ma come Sheva Arek è molto presente in area ed è sveglio. Sono qui per mettere qualcosa in più, senza togliere quel che è stato fatto negli anni.

Tanta emozione, anche per un tecnico che ha vinto tutto. Non voglio fare nessuna rivoluzione. "Se pensavo di venire a Napoli per peggiorare me ne stavo a casa, sono convinto che è molto complicato ma sono qui per migliorare".