Medaglia Fields, quando Figalli diceva: "Situazione in Italia deprimente"

Medaglia Fields, quando Figalli diceva:

Dopo essersi dottorato in matematica nel 2007 all'Università di Pisa, la carriera da matematico di Alessio Figalli è stata tutta in ascesa, passando dalla Normale di Pisa all'università di Austin e alle università francesi. Tra i due premi c'è in realtà una grande differenza: le medaglia Fields (quattro in tutto) vengono assegnate ogni quattro anni a un matematico che abbia meno di 40 anni, mentre i premi Nobel ogni anno, senza limiti di età.

L'annuncio è stato dato a Rio De Janeiro nel corso della cerimonia di apertura del ventottesimo International Congress of Mathematicians. "E'un grande stimolo per il futuro, che mi motiverà a continuare a lavorare nei miei settori di ricerca per cercare di produrre studi di altissimo livello". È il secondo italiano nella storia a riuscirci, 44 anni dopo la vittoria di Enrico Bombieri. In precedenza aveva insegnato anche all'École Polytechnique di Parigi e all'università del Texas. Alessio ha studiato al liceo classico Vivona di Roma e ama il Latino. Entusiasta il suo ex professore, Paolo Lauciani ha detto: "Non sono rimasto sorpreso quando ho saputo che Alessio aveva vinto il Fields - si legge in una nota dell'Ansa - Non vedo l'ora di sentirlo per complimentarmi con lui".

Benché si parli spesso di cervelli in fuga, il giovane matematico non si considera come tale, in quanto le varie possibilità della vita lo hanno portato fuori dall'Italia e la scelta personale lavorativa è derivata dalle determinate opportunità colte.

LIONE - Una volta superato il concorso per allievo del corso di Perfezionamento della Normale, "Figalli ha svolto il suo percorso dottorale nell'ambito di una cotutela con l'École Normale Superieure di Lione, avendo Luigi Ambrosio e Cédric Villani", vincitore della medaglia Fields nel 2010, come relatori della tesi, intitolata 'Optimal Transportation and Action-Minimizing Measures'.

Una conferma dell'eccellenza italiana: rappresenta questo, per il direttore Scuola Normale Superiore di Pisa, Vincenzo Barone, l'assegnazione della medaglia Fields ad Alessio Figalli. Figalli, che insegna all'ETH di Zurigo, è il secondo italiano ad avere ottenuto l'importante riconoscimento. Barone rileva inoltre che, gli studi classici di Figalli non solo "non gli hanno affatto impedito di ottenere i risultati prestigiosi che ha raggiunto,", ma gli hanno dato "ampiezza di visioni e comprensione della complessità". Ha ricevuto la medaglia Fields, il maggiore riconoscimento mondiale per la matematica.