Mamma no-vax falsifica i certificati, denunciata dalla scuola

Mamma no-vax falsifica i certificati, denunciata dalla scuola

"E d'altra parte la normativa non era chiara - spiega Alberto Erculiani, che presiede il consiglio d'amministrazione della scuola dallo scorso maggio - Dopo che lo screenshot del dialogo tra le mamme no vax ha iniziato a circolare in rete abbiamo ricevuto moltissime segnalazioni da tutta Italia". "Presenterò una interrogazione urgente all'assessore Giulio Gallera perché sia fatta la massima chiarezza sul caso del certificato falso presentato da una madre "no vax" del bresciano che si vantava su Facebook di aver aggirato le regole per l'ammissione di sua figlia in una scuola materna", ha annunciato Beccalossi. I dirigenti scolastici, dopo aver esaminato la situazione, avrebbero quindi deciso di denunciare il caso ai carabinieri. Da genitore preferisco educare, spiegare, convincere piuttosto che multare e obbligare: "così funziona in tanti Paesi del mondo e dovrebbe funzionare anche in Italia".

La pagina No alle Pseudoscienze ha scritto di aver segnalato alle autorità il caso della donna: "La nostra segnalazione alle autorità l'abbiamo fatta, e abbiamo prontamente salvato il tutto su Webarchive, nel caso la furbissima mamma avesse la brillante idea di cancellare tutto. Bene, state pronti ad accettare le conseguenze del vostro genio".

Quello dei vaccini continua ad essere un tema caldo in questo periodo. "Ti è rimasto un foglio mandato dall'Asl con le vaccinazioni, che devi fare? - scriveva sul post consigliando alle altre mamme come ingannare l'istituto -. Ecco, io ho fatto così: l'ho preso, scannerizzato, cambiato data, fotocopiato e portato alla materna, fine". "Sarà nostra cura tenervi aggiornati sugli sviluppi di questa triste vicenda". La polemica però si è allargata a macchia d'olio, arrivano anche in Regione Lombardia. Oltre al pericolo che ha fatto correre alla propria figlia e agli ignari bambini che l'hanno frequentata.