Legionella, muore un 89enne: è la quarta vittima a Bresso

Legionella, muore un 89enne: è la quarta vittima a Bresso

Sale a quattro il conto delle vittime dell'infezione che sta tenendo col fiato sospeso da giorni Bresso e il nord Milano. Anche questo paziente era di Bresso (Provincia di Milano), dove si sono registrati 52 casi nel mese Luglio: tre anziani erano morti negli ultimi giorni del mese. E' un uomo di 89 anni, deceduto ieri sera, venerdì 3 agosto, all'ospedale Bassini di Cinisello Balsamo. L'allarme legionella ha preoccupato i residenti di piazza Alboreto, quelli che abitano nelle otto scale del condominio (circa 140 famiglie) e i commercianti dei negozietti. Era sposato e aveva un figlio. Secondo quanto appreso, l'uomo ottantanovenne è morto per un infarto la cui causa si può accreditare anche alla legionella. Resta dunque allerta alta, nonostante pare che la fase acuta sia ormai passata.

Proseguono senza sosta, ricorda l'assessore, le attività di controllo del laboratorio di Prevenzione dell'Ats (Azienda Territoriale della Salute) di Milano dove sono in corso 551 campioni prelevati da 48 abitazioni e 44 siti stabili. Da ieri un team composto da tecnici della Direzione Generale Welfare, Ats e esperti dell'Istituto Superiore di Sanita' e' al lavoro per valutare lo stato delle azioni già compiute e confrontarsi sugli sviluppi delle indagini. Lo comunica l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, esprimendo il cordoglio della Regione.

Le legionelle si trasmettono per inalazione, ossia respirando goccioline di aerosol contenente vapore infetto. Questa epidemia a Bresso pare che iniziato il 10 luglio e potrebbe essere causata da una cattiva manutenzione degli impianti idrici oppure dei condizionatori dei supermercati o di qualsiasi altro luogo pubblico.