James Gunn vs Walt Disney: da che parte sta Kevin Feige?

James Gunn vs Walt Disney: da che parte sta Kevin Feige?

Secondo alcune fonti riportate da Deadline, il team Marvel Studios starebbe mettendo alle strette la Disney per trovare un accordo su James Gunn e su un suo inserimento nel progetto, salvando il franchise da ritardi nella produzione e da eventuali polemiche da parte dei fan. Ovviamente si tratta di un report che non ha ancora delle conferme ufficiali, ma questa mossa è abbastanza prevedibile.

Ciò significa che il film non inizierà le riprese nella prima parte del 2019, come anticipato?

Gunn è stato licenziato dal progetto il mese scorso dopo che i tweet offensivi del regista-sceneggiatore originariamente pubblicati nel 2010 sono emersi online. Forse proprio per questo motivo, Disney sembra averci ripensato, o almeno è questo che riporta The Hollywood Reporter.

Bautista rispetto agli altri attori che hanno reagito in modo più soft, ha anche detto che nel caso non venisse usato il copione già pronto di Gunn per il terzo film, lui lascerà il ruolo di Drax.

L'interesse è sensato, dato il grande consenso di Gunn in seguito al suo licenziamento, incluso il cast dei Guardiani, che ha pubblicato una lettera congiunta che chiedeva il suo reintegro.

Diverse fonti dicono che Gunn, rappresentato da UTA e dall'avvocato Andrew Hurwitz, è ancora in trattative con Disney per la sua buonuscita.

Potrebbe esserci però anche una svolta inaspettata nella storia.

"Non è stato ancora presa una decisione definitiva, e sono ancora in corso conversazioni a riguardo".