Impennata spread Btp-Bund a 250, Ftse Mib -1,8%

Impennata spread Btp-Bund a 250, Ftse Mib -1,8%

Il balzo dello spread (che torna ai livelli di metà giugno) il rendimento del Btp decennale torna al 3%.

Dopo l'avvio di Wall Street e i primi dati macroeconomici di giornata del mercato statunitense, iniziano le problematiche dei mercati del vecchio continente.

Ancora paura per l'inasprimento della 'guerra dei dazi' tra Stati Uniti e Cina.

Il tutto in un clima reso nervoso dalle tensioni commerciali tra Washington e Pechino, dopo che il presidente Usa Trump ha annunciato di voler aumentare dal 10% al 25% le tariffe d'ingresso su 200 miliardi di dollari di prodotti cinesi. Il Ftse Mib cede l'1,8%, a 21.398,8 punti.

Seguono Madrid e Londra, con il calo di un punto percentuale, e Parigi con un più modesto - 0,7%. Tra gli altri titoli si segnalano il moderato progresso di Atlantia (+0,28% a 24,97 euro), fresca anche lei di trimestrale, e la leggera flessione di Saipem (-0,10%) a 4,186 euro nonostante l'annuncio di un nuovo contratto di Front End Engineering Design (Feed) per una nuova raffineria a Hoima, in Uganda. Vendite anche sulle banche: Unicredit perde il 4%, Banco Bpm il 3,8%, Intesa tre punti e mezzo.

Unica nota positiva sembrerebbe Ferrari, con una crescita attestata all'1%.