Ictus dopo il parrucchiere, fa causa al salone di bellezza

Ictus dopo il parrucchiere, fa causa al salone di bellezza

Per un incidente veramente singolare, a tal punto che la vicenda ha fatto il giro del mondo: ha avuto un ictus e una paralisi che il suo avvocato definisce "da salone di bellezza".

Il trattamento è durato ben 5 ore, e in queste 5 ore Adele ha fatto ben 6 volte lo shampoo, in un lavandino che non aveva protezioni di gomma. Oggi, a due anni da quel maledetto 21 aprile 2016, Adele Burns, 47enne di Glasgow, in Scozia, ha deciso di portare in tribunale i responsabili del salone di bellezza Rainbow Rooms chiedendo un risarcimento di un milione di sterline, visto che finora le sue richieste sono rimaste inascoltate. Il dolore più grande per l'uomo, però, è quello di sapere di non essere in grado di poter aiutare la consorte a guarire una volta per tutte dai pesanti strascichi che l'ictus ha lasciato su di lei.

Portata immediatamente al "St. John's Hospital" di Livingiston, alla donna è stato diagnosticato un ictus dovuto alla dissezione dell'arteria cerebrale: in pratica un coagulo di sangue. Quando è uscita, cinque ore dopo, la donna ha avvertito immediatamente un forte mal di testa e un senso di confusione: ma il peggio è arrivato il giorno successivo, quando Adele ha perso di colpo la vista accusando forti capogiri. "L'ictus non mi ha isolato solo dalla società - dice Adele - ma dal mio stesso corpo, ha cambiato la mia vita e quella di chi mii circonda, visto che mi ha rubato l'indipendenza". Al momento la donna è seguita da un gruppo di fisioterapisti che stanno cercando di aiutarla a parlare e scrivere come un tempo.

In tutto questo, la famiglia che ha due figli avrebbero dovuto vendere la propria casa. Ma quello che mi è successo era evitabile, e sono sicura che anche i titolari del salone lo sappiano: dovrebbero vergognarsi.

Ogni volta che le lavavano i capelli appoggiava il collo sul lavabo senza alcuna protezione. Non voglio che nessun altro possa provare quello che è accaduto a me: "ecco perchè li ho portati in tribunale e ho chiesto quel risarcimento".

Una donna si è recata dal parrucchiere per i soliti trattamenti estetici ma ne è uscita paralizzata. Sarebbe un caso raro, ma la donna risultava del tutto sana e nella storia genetica della sua famiglia non si sono riscontrati altri ictus. "La causa intentata da Adele deve servire anche per far sì che il problema sia riconosciuto e gli addetti ai lavori adottino misure efficaci di prevenzione".