Geraint Thomas, le mani sul Tour de France 2018

Geraint Thomas, le mani sul Tour de France 2018

A fare la differenza è stata l'ultima parte della discesa, dove Roglic ha dimostrato coraggio e ottima tecnica per guadagnare qualche decina di metri. "Come brinderò? A birra e champagne".

Domenica ci sarà la classica passerella di Parigi.

Siamo arrivati alla resa finale, oggi si definisce la classifica finale del Tour de France: la cronometro individuale conclusiva ci consegnerà il vincitore della Grande Boucle e ci rivelerà anche i nomi dei due atleti che lo affiancheranno sul podio finale. "Ilnur Zakarin (Rus) a 12'37" 10.

Mentre i due erano già nella tenda del leader, terminava la sua prova Geraint Thomas, a braccia alzate e con un grido.

Roglic: "Sono molto felice è una sensazione bellissima". Il corridore della Lotto NL Jumbo ha trionfato in solitaria al termine della 19esima e terz'ultima frazione, la Lourdes-Laruns di 171 km. Secondo gli addetti ai lavori ormai il grosso sembra fatto.

"Sono felice. È una sensazione bellissima, oggi avevo le gambe", ha commentato un raggiante Roglic al traguardo. Il secondo a menare per niente prima nel tentativo di mollare i suoi rivali, poi a inseguire quello sloveno che volava con gli sci e sembra volare pure sulla bicicletta. "Nairo Quintana (Col) a 04'06".

L'ordine di arrivo della 19esima tappa del Tour de France. 1. Di Kimi Raikkonen, di un piazzamento in qualifica subito a ridosso di Sebastian Vettel, c'è più che mai bisogno per rubare punti alle due Mercedes. "Ho quasi vinto il Tour de France, non so cosa dire".

"Roglic, primo sloveno a conquistare una tappa al Tour, vince con 19" sulla maglia gialla Thomas e Bardet. A farne le spese è Chris Froome, ottavo: il capitano della Sky scivola al quarto posto. Il primo è campione del mondo della specialità, l'altro sta difendendo il risultato più importante della carriera, ma per la classifica generale non c'è storia, così resta solo la corsa per la vittoria di Dumoulin.

Sul Col d'Aubisque finalmente Dumoulin: all'attacco rispondono Thomas e Roglic, non Froome. Il pilota del Team Sky è infatti arrivato terzo dietro a Tom Dumoulin, ma continua a guidare l'olandese di un minuto e 51 secondi. All'arrivo e per tutti i 31 chilometri del percorso è stato accolto da grandi applausi come era accaduto anche in tappe precedenti.

Gli appuntamenti finali contro il tempo possono riservare sorprese: dopo essere stato il più battagliero sui Pirenei, Primoz Roglic non rispetta i favori del pronostico, e non riesce a difendere la terza piazza alla quale si era issato appena il giorno prima.