Florenzi: "Roma è il cuore oltre la ragione"

Florenzi:

'Capitan futurissimo', così lo chiamano i tifosi giallorossi, ha collezionato 222 presenze e 25 reti con la maglia della Roma, un giocatore essenziale per Di Francesco tanto che Monchi non nasconde la soddisfazione per l'operazione andata in porto: "Alessandro per noi non rappresenta solo un calciatore importante ma è una delle nostre bandiere". Non ho le stesse qualità di Totti, da alcuni non mi viene riconosciuta la stessa passione di De Rossi, per alcuni sono anche ingombrante, ma si sbagliano. "Mi hanno insegnato a essere romano e romanista, essere un giocatore di Roma nella Roma e a dare tutto la maglia". Partiamo da una base che per me è importante: abbiamo lo stesso allenatore e sappiamo già cosa vuole da noi in campo e quali obiettivi vuole raggiungere. Voglio abbracciare idealmente tutti i tifosi che sono contenti insieme a me di questo rinnovo. "Sono molto felice della sua decisione, eravamo entrambi determinati a continuare insieme questa bellissima storia" ha dichiarato il Direttore Sportivo della Roma. Non sarà facile, abbiamo tante squadre contro che vorranno fare bene come noi. Poi so che ci sono anche persone che a prescindere da come gioco, non gli va bene che io porti questa maglia. La trattiva con la Roma è stata lunga, non lo nascondo.

Qui non c'erano solo i soldi, ma anche l'amore per la maglia e la città e cosa è Roma per me. Magari siamo partiti volendo far vedere a tutti cosa potevamo fare, poi c'è stato un piccolo calo. "Forse per quel Roma-Samp dell'anno scorso dove è stato più volte detto che non si poteva andare sotto al settore". Servirà da parte di società, giocatori e tutto l'ambiente che noi gli facciamo capire che è un uomo prima di tutto. Uno di questi è il centrocampo, N'Zonzi è un nome in più ma non è l'unico e nemmeno il più vicino. Ognuno ha la sua idea, le critiche le prendo tranquillamente. "Perché lo scorso anno c'è stata la flessione invernale?" Se come gruppo avremo unità d'intenti andremo olre gli ostacoli che il campionato e la Champions ci faranno incontrare lungo la strada. "Il discorso riguarda tutti, dai giocatori ai dirigenti, dai giornalisti ai tifosi". Si parla tanto di lui e di tanti altri. Ci sono giovani per cui non serve il tempo e ci auguriamo che possa succedere per Coric, Kluiver, Bianda e Zaniolo.