De Laurentiis: "Milan? Mi spaventa Gattuso, non gli acqusiti"

De Laurentiis:

"Spero però di avere il suo stesso successo, lui è stato un giocatore importante al Milan e spero anch'io di dare il mio contributo". Ma del mezzo miliardo incassato sul mercato dal Monaco nell'ultimo anno, una quota è stata garantita anche dal neo rossonero Bakayoko, ceduto al Chelsea per 45 milioni.

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport. Ma la cosa non gli impedisce di essere un giocatore molto tecnico.

L'esperienza in Premier - "Sono contento della mia esperienza in Inghilterra". E' abile a portare palla e quando va in incursione è difficile fermarlo perché ha anche buon dribbling. Al Monaco cominciò a imporsi dalla seconda stagione, in un centrocampo in cui c'era comunque Toulalan come punto di riferimento. E poi è molto forte di testa. Dobbiamo essere tutti in campo per poter capire al meglio dove è preferibile che ognuno di noi giochi. "Ci sono tante cose che ho imparato, poi non è andato tutto in maniera positiva ma sono molto motivato per questa mia nuova avventura qui". Non gli va messa troppa pressione sulle spalle, almeno inizialmente. Questo non significa che sia uno senza carattere, anzi ne ha tanto. Ma è un tipo a posto.

L'ex Chelsea, nel giorno del suo 24esimo compleanno - a fine conferenza stampa arriva anche la torta portata dall'altro nuovo acquisto Laxalt - guarda avanti con fiducia alla sua nuova esperienza rossonera, forte anche degli insegnamenti di Antonio Conte, suo allenatore nella scorsa stagione. Il centrale ha iniziato dalle descrizioni tattiche: "Come caratteristica principale direi che fisicamente è molto forte".