Asia Argento: "Non ho mai avuto alcuna relazione sessuale con Jimmy Bennett"

Asia Argento:

Il New York Times ha pubblicato alcuni documenti, considerati originali, che proverebbero il raggiungimento di un accordo economico con l'attore Jimmy Bennett.

L'attore sarebbe stato aggredito sessualmente dall'allora 37enne Asia argento in una camera d'albergo situata in California; lì l'età del consenso sessuale è 18 anni, ed è questo il motivo per cui l'attrice è stata accusata.

Nelle carte si legge che nel maggio del 2013 Bennett raggiunse la Argento al Ritz-Carlton di Marina del Rey accompagnato da un parente (dato che lui non poteva guidare per un problema agli occhi). Anthony temeva la possibile pubblicità negativa che tale persona, che considerava pericolosa, potesse portarci. "Decidemmo di gestire la richiesta in maniera compassionevole e di venirgli incontro" questo sembrerebbe l'unico motivo del rimborso pattuito con i giudici americani. Asia Argento conclude la nota con queste parole: "Dunque, questo è l'ennesimo sviluppo di una vicenda per me triste che mi perseguita da tempo e che a questo punto non posso che contrastare assumendo nel prossimo futuro tutte le iniziative a mia tutela elle sedi competente".

Asia Argento torna a far parlare di sé dopo la scandalo Weinstein e la tragica morte del suo compagno Anthony Bourdain. Questa la replica di Asia Argento alle accuse di aggressione rivoltele dall'attore americano Jimmy Bennett, messa nero su bianco in una nota compilata con l'ausilio dello studio legale Proni nella quale la cineasta parla esplicitamente di "una persecuzione. Sono molto turbato, ho provato a sentire mia figlia ma non ci sono riuscito, è in un posto dove non prende il telefono", ha detto Dario Argento a Radio Capital.

"Ma è normale che un personaggio come #AsiaArgento che ha patteggiato con un giovane che l'accusava di molestie, resti giudice di un programma visto dalle famiglie come #XFactor?" chiedeva qualcuno. Selvaggia Lucarelli ha scritto un lunghissimo post sul Facebook in cui, secondo lei, ci sono ben sei motivi per cui le dichiarazioni di Asia Argento possano non sembrare vere.

A rivelare la vicenda è il quotidiano statunitense New York Times. Immediatamente le corti marziali di internet si sono scatenate contro di lei con una violenza inaudita, giudicandola e condannandola, e screditando già che c'erano il movimento #MeToo (ma che c'entra?). Quest'ultima insieme ad Asia è stata tra le prime a denunciare Weinstein e nei mesi scorsi ha manifestato anche in Italia insieme all'attrice per sostenere la campagna MeToo: "L'ho conosciuta dieci mesi fa". L'attrice, legata alla collega dalla lotta ad Harvey Weinstein dal quale hanno raccontato di essere state entrambe violentate, ha pubblicato due tweet attraverso i quali invita gli utenti a non massacrare la Argento.

All'epoca lei ha 27 anni e lui 7 e interpretano madre e figlio. Una donna più vecchia, per quanto famosa, non può esercitare lo stesso potere che ha un produttore cinematografico, soprattutto con un'attrice.