All'italiano Giovanni Gallavotti il Henri Poincaré Prize per la Fisica matematica

All'italiano Giovanni Gallavotti il Henri Poincaré Prize per la Fisica matematica

Si tratta di un napoletano, Giovanni Gallavotti, fisico di 77 anni ha vinto un premio molto importante: il Poincarè che a livello internazionale, per quanto riguarda gli studi di fisica matematica, potrebbe essere paragonato al Nobel. Assegnato ogni tre anni, il premio e' stato istituito nel 1997 e Gallavotti e' stato premiato per le sue ricerche sulla meccanica statistica, sulla teoria quantistica dei campi, la meccanica classica e i sistemi caotici. Quindi ha lavorato in Francia, nell'Institut des Hautes Études Scientifiques dal 1966 al 1968, e poi negli Stati Uniti, presso la Rockfeller University di New York, dal 1968 al 1970. È stato anche presidente della International association for Mathematical Physics e autore di oltre 200 pubblicazioni. Il fisico matematico ha poi collezionato diverse esperienze all'estero, mentre in Italia è stato nominato professore emerito dell'Università di Roma La Sapienza. "E' stata una cosa inaspettata, sono molto contento". "Quello che mi interessa - ha aggiunto - e' la scienza della natura, sia nei suoi aspetti storici sia in quelli tecnici". È il primo italiano a vincere il maggiore riconoscimento internazionale per la fisica matematica, equiparabile al "Nobel" della disciplina scientifica.

"La termodinamica - ha continuato - è nata con l'era industriale, quando si erano costruiti i primi motori si era comunicato a studiare il massimo rendimento possibile".