Allegri: "Bonucci? Un giocatore importante. Mi dispiace per Caldara"

Allegri:

ALLEGRI? VEDUTE DIFFERENTI - Di mezzo c'era anche il Chelsea, e su questo tema Gonzalo è molto chiaro: "La stima per Sarri è grandissima, ma l'unico che mi voleva era lui. Ora - ha detto l'argentino - la sfida è riportare il Milan in alto".

Decisivo il pressing di Leonardo: "Leonardo già lo conoscevo da prima". Lui ha inciso tanto per il mio arrivo. Ho già indossato qualche maglia pesante. Ho giocato in squadre che lottavano per vincere. Per i tifosi della Juventus ho solo parole di ringraziamento, sono stato benissimo lì. Allegri? È stato il mio allenatore per due anni. Ho vinto due scudetti e due coppe Italia. Da 12 anni gioco in Europa e Milanello mi ha colpito, è quello che vuole ogni calciatore: storia, verde e calcio puro, fa venire la pelle d'oca.

Le sue speranze e le sue aspettative: "Mi incuriosisce tutto del Milan". Come contro il Benfica, però, i bianconeri si sono poi imposti ai rigori sfruttando l'errore di Wright-Phillips che spedisce il suo tiro sul palo e chiudendo i conti con De Sciglio. La stella è la squadra, io devo dare il mio contributo. Sono venuto al Milan per la motivazione e la fiducia che mi ha dimostrato il club. "L'Europa League è uno degli obiettivi, magari riuscissimo a vincerla, sarebbe qualcosa di straordinario". "Sarebbe straordinario portare a casa un trofeo europeo".