Valsartan, ecco i lotti ritirati dall'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa)

Valsartan, ecco i lotti ritirati dall'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa)

Pharm srl, il Valsartan Almus della Almus, il Valsartan e Idroclorotiazide Almus e il Valsartan Pensa della Pensa Pharma spa, il Valsartan Sandoz e il Valsartan e Idroclorotiazide della Sandoz spa, il Valsartan Zentiva e il Valsartan HCT della Zentiva spa, il Valbacomp e l'Alsartir della casa farmaceutica Crinos, il Valsartan e HCT della casa farmaceutica EG, oltre a una serie di altri farmaci generici e provenienti da altre case farmaceutiche. I medicinali in questione sono quelli utilizzati per la pressione arteriosa e a, causa di "un difetto di qualità" e a titolo precauzionale, è stato disposto il ritiro. Per esempio la terapia potrebbe essere sostituita con un altro valsartan o con altro antagonista del recettore dell'angiotensina.

L'Aifa ha disposto il ritiro di diversi lotti di farmaci a base del principio attivo valsartan. "L'impurezza è la N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come sostanza probabilmente cancerogena per l'uomo, che sarebbe presente nei lotti di materia prima utilizzati per produrre i medicinali contenenti valsartan oggetto di ritiro" si legge sul sito dell'Agenzia Italiana del farmaco. "Se il farmaco che assumi non è tra quelli indicati nell'elenco - presente sul sito - puoi continuare regolarmente il trattamento". La sostanza è stata riscontrata soltanto nel principio attivo prodotto dall'officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan, in Cina.

Se si è in trattamento con uno dei prodotti elencati bisogna consultare il medico il prima possibile per passare ad altri farmaci.

"L'AIFA sta lavorando insieme all'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e alle altre agenzie europee per valutare il grado di contaminazione nei prodotti coinvolti e adottare misure correttive nel processo produttivo" concluso dall'Agenzia italiana dle farmaco.

Il documento sopra è la lista ufficiale stilata dall'Aifa contenente tutti i lotti e i medicinali che sono stati ritirati dal commercio perché contenenti sostanze nocive per il paziente. L'Aifa conclude dicendo: "Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi, rivolgiti al clinico responsabile dello studio".

- I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell'elenco possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell'elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell'angiotensina II.