Vaccini, per le iscrizioni a scuola basterà l'autocertificazione - Salute

Vaccini, per le iscrizioni a scuola basterà l'autocertificazione - Salute

A rivelare la propria maternità è il ministro della Salute, Giulia Grillo, rispondendo ad una domanda in occasione di una conferenza stampa al dicastero sulla circolare che uscirà a breve che preciserà che per mandare i propri figli a scuola sarà sufficiente, anche per il prossimo anno, autocertificare le avvenute vaccinazioni obbligatorie. Nel provvedimento si stabilisce che entro il 10 luglio 2018 per l'iscrizione ad asili e materne, e per non essere sanzionati, basterà presentare un'autocertificazione.

"Non una semplice proroga, dunque, ma una significativa semplificazione dell'onere documentale a carico dei genitori dei minori di anni sedici, che frequentano le scuole di ogni ordine e grado e i servizi educativi per l'infanzia non una misura temporanea, per così dire "a tampone", ma un insieme di accorgimenti che rendano, progressivamente, sempre più pacifico e meno conflittuale il rapporto tra cittadino e istituzioni sanitarie e scolastiche".

Ma è non è detto che non arriverà: molto probabilmente potrebbe esserci nei prossimi mesi qualche novità, e dovrebbe essere basata sulla proposta Taverna che prevede la fine dell'obbligo per sei dei 10 vaccini che oggi vanno fatti per accedere alle lezioni.

Quindi tutti a scuola dal 1° settembre.

La chiave è tutta nell'informazione alle famiglie. "Se ci saranno altri morti per morbillo - rileva - gli italiani sapranno a chi rivolgersi". "A seguito dell'applicazione delle disposizioni in materia di prevenzione vaccinale introdotte nel giugno 2017 si è verificato, a livello nazionale, un significativo innalzamento delle coperture vaccinali, anche se gli obiettivi di "sicurezza" previsti dal Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale non sono stati ancora del tutto raggiunti".