Trump: 'Accetto conclusioni 007 Usa su interferenze al voto'

Trump: 'Accetto conclusioni 007 Usa su interferenze al voto'

Solo pochi giorni fa, il dipartimento di Giustizia americano ha incriminato 12 russi per gli hackeraggi ai danni della campagna presidenziale della democratica Hillary Clinton. E di uno sbaglio, il "più serio della sua presidenza", ha parlato anche Newt Gigrich, uno dei maggiori alleati e difensori di Trump: "Deve chiarire immediatamente le sue affermazioni sull'intelligence e su Putin". "I negoziati con Trump hanno avuto luogo in un'atmosfera franca e amichevole, è stato un round di colloqui davvero proficuo", ha detto Putin in conferenza stampa con Donald Trump dove non sono mancati momenti di tensione quando un giornalista americano, che sostiene di lavorare per The Nation, è stato fermato dagli agenti della sicurezza e trascinato fuori dalla sala.

Insomma, Trump ha cercato di salvare il salvabile e di mettere una pezza per ricucire lo strappo che stava per lacerare di rapporti con il deep state americano, che ha visto contro di lui anche gli esponenti del suo partito e molti suoi sostenitori. Ma compiendo poi un'inaspettata inversione a U rispetto alle dichiarazioni dopo il summit: "Ho piena fiducia e sostegno nell'intelligence degli Stati Uniti" e "accetto" le conclusioni delle agenzie di intelligence Usa sulle interferenze russe nelle elezioni, ha aggiunto.

La stessa emittente ha mostrato una copia della dichiarazione preparata che Trump ha letto durante una riunione con membri del Congresso, sulla quale a penna era stato scritto "non c'è stata collusione", frase che il presidente ha ripetuto durante il suo intervento. "Aperto tradimento" titola il New York Daily News, accompagnando l'apertura con un disegno di Putin a petto nudo che dà la mano al presidente Usa sotto l'insegna Quinta Strada.

Faccia a faccia di due ore e dieci minuti tra Donald Trump e Vladimir Putin a Helsinki.