Tesoro, l’asta di BTP e CCTEu sollecita una domanda modesta

Tesoro, l’asta di BTP e CCTEu sollecita una domanda modesta

Il Tesoro ha rastrellato 6,5 miliardi di euro collocando BTp e Cct con consegna che variava tra i 5, i 7 e i 10 anni.

Il debito pubblico governativo assegnato con una scadenza a marzo 2023 ha permesso di reperire 2 miliardi di euro, con interessi modesti.

Gli esperti fanno notare infatti che le emissioni di ieri non sono state solide, visto anche l'ammontare contenuto in offerta, ricordando che i rendimenti si mantengono in ogni caso su livelli ben più alti di soli due mesi fa.

Attorno alle 14,25 lo spread Italia-Germania quota 250 punti base, il rendimento del decennale di riferimento è a 2,822% da 2,842%, mentre il future Btp sare di 94 tick a 125,72. Nonostante il calo dei rendimenti, l'asta sul decennale ha visto un rapporto di copertura (fra domanda e offerta) pari a 1,26, il più basso da gennaio.

Collocati inoltre 2,5 miliardi del Btp decennale febbraio 2028, a fronte di 3,148 miliardi richiesti e con tasso sceso di 23 centesimi al 2,77%.