Stipendi, dal 1 luglio vietati i pagamenti in contanti

Stipendi, dal 1 luglio vietati i pagamenti in contanti

Dopo acquisti e pensioni prosegue la limitazione all'utilizzo del contante che da qualche anno i Governi stanno portando avanti: la normativa si applica alla maggior parte delle categorie di lavoratori ma non a tutte.

Come previsto dalla legge di Bilancio 2018, dal primo luglio i datori di lavori non possono più pagare i propri dipendenti e collaboratori in contanti.

Fanno eccezione solo i rapporti di lavoro con la Pubblica Amministrazione e quelli riguardanti servizi familiari e domestici, come ad esempio, colf e badanti. Al fine di considerare correttamente adempiuto l'obbligo risulterà pertanto necessario verificare non soltanto che il pagamento sia stato disposto utilizzando gli strumenti previsti dalla legge, ma che lo stesso sia andato a buon fine.

COSA CAMBIA - I datori di lavoro o i committenti dovranno corrispondere ai lavoratori la retribuzione esclusivamente attraverso una banca o un ufficio postale, con una delle seguenti modalità: bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore; strumenti di pagamento elettronico; pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento; emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, ad un suo delegato.

In vigore da ieri la normativa che stabilisce per tutti i datori di lavoro il pagamento delle spettanze attraverso mezzi di pagamento tracciabili. "Inoltre, secondo l'INL, la firma apposta dal lavoratore sulla busta paga non costituisce prova dell'avvenuto pagamento della retribuzione".

Parte la rivoluzione degli stipendi: da oggi stop ai contanti, i dipendenti potranno essere retribuiti solo con pagamenti tracciabili, in banca o alla Poste.

Le sanzioni per i trasgressori sono comprese tra i 1.000 e i 5.000 euro, riducibili di un terzo se pagate entro due mesi dalla contestazione.