Spezia-Parma: la Procura federale deferisce Calaiò e il club emiliano

Spezia-Parma: la Procura federale deferisce Calaiò e il club emiliano

Il Procuratore federale ha deferito anche il calciatore del club emiliano Emanuele Calaiò per la violazione dell'articolo 7 del Codice di giustizia sportiva (illecito sportivo) e lo stesso Parma per responsabilità oggettiva "per il comportamento posto in essere dal proprio tesserato". Questo il comunicato integrale pubblicato sul sito ufficiale della FIGC.

L'inchiesta della Procura federale era partita da una segnalazione dello Spezia, riguardante due sms inviati dai giocatori del club emiliano Emanuele Calaiò e Fabio Ceravolo ai colleghi liguri, Filippo De Col e Alberto Masi. Un successo che ha decretato, complice il pareggio del Frosinone, la promozione in serie A, la terza di fila.

Si tratta di sanzioni piuttosto gravi: da uno o più di penalizzazione in classifica, fino all'esclusione dal campionato di competenza.