Savona: "Uscire dall’euro? Pronti ad ogni evenienza. Mi recherò da Draghi"

Savona:

"Se alla Bce non viene consentito pieno e autonomo esercizio di prestatore di ultima istanza, i mercati monetari e finanziari dell'eurozona, in particolare i debiti sovrani, restano esposti ad attacchi speculativi di diversa origine senza che essa possa agire in contrasto".

"La mia posizione del Piano B, che ha alterato la conoscenza e l'interpretazione delle mie idee, è essere pronti a ogni evento".

La Repubblica ha riportato le dichiarazioni del ministro degli affari europei, Paolo Savona, davanti alle Commissioni congiunte di Camera e Senato. "Una delle mie case, Banca d'Italia, mi ha insegnato a essere pronti non ad affrontare la normalità ma il cigno nero- dice Savona- lo choc straordinario, che bisogna essere pronti ad affrontare". Lo ha ribadito il Vice Premier e Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio in una intervista a Omnibus.

"Questa - conclude l'ex ministro - è una situazione che non è sostenibile". "Mi sento cittadino europeo - ha detto Savona - e dobbiamo fare di tutto per cercare di mettere all'ordine del giorno il discorso della cittadinanza europea". "Non sono un sovranista, sono un trattativista".

Oltre ai lacci e lacciuoli dell'Ue sull'Italia ci sono quelli, anch'essi da governare, dell'esterno sull'Europa.

Quello di Savona è risultato un invito a non adagiarsi sugli allori. Savona ha quindi annunciato che vedrà oggi il governatore della Bce, Mario Draghi. Il vizio principale riguarda l'impossibilità per la Banca centrale europea di acquistare i titoli di Stato dai Paesi per cui batte moneta. Prima volevo che la mia azione godesse della legittimazione democratica. "Io ero stato delegittimato dai media e non mi sono mosso fino a questo momento per questi precisi motivi", ha chiarito. Savona vorrebbe una BCE più simile alle banche centrali. Il ministro degli Affari europei, già al centro delle polemiche proprio per le sue controverse posizioni sul tema, martedì ha sottolineato che l'Italia potrebbe "trovarsi in situazioni in cui sono altri a decidere".