Roma, Monchi sicuro: "Offerta per Alisson fuori mercato"

Roma, Monchi sicuro:

Sul fronte portieri Monchi prende tempo: "Non abbiamo ancora chiuso niente, è vero che Alisson è a Liverpool e la trattativa è molto avanzata, ma ancora non c'è nulla di chiuso".

"Il mio obiettivo è far vedere quello che sono in grado di fare". Se alla fine tutto va bene, penso che si chiuderà presto. "L'ho spiegato tante volte, il lavoro di un d.s. non è solo comprare giocatori, ma anche capire in ogni momento cosa è meglio per la società e questo comprende non solo l'ambito sportivo ma anche quello economico". E' arrivata un'offerta fuori mercato molto importante, abbiamo pensato a pro e contro e abbiamo parlato con il Liverpool per l'accordo. Abbiamo venduto Nainggolan e Alisson, ma abbiamo preso dieci calciatori e continuiamo a lavorare per migliorare la squadra. Non voglio fare cose che mettano in difficoltà questa società. Lo scorso anno parlavamo di Ruediger, Paredes, ma poi la squadra ha fatto la miglior stagione degli ultimi 10 anni arrivando terza e in semifinale di Champions. Alisson è fortissimo, ma anche lui ha dovuto fare un percorso. Non ho mai sentito la pressione del ragazzo di voler andare via, se lui ha accettato evidentemente gli è piaciuto. Io ci metto sempre la faccia e sono convinto al 100%, poi se dopo due anni o tre anni non ho vinto niente prendo l'aereo e me ne vado.

Il direttore sportivo punge poi il Milan riferendosi al mercato delle altre squadre: "Sulla carta siamo tutte forti, l'anno scorso si parlava di una squadra che stava facendo un bellissimo mercato, dopo. boh!". Ho provato a fare la squadra più forte possibile non per quest'anno, ma per altri anni.

Conferenza stampa di presentazione per Justin Kluivert, figlio dell'ex attaccante olandese Patrick. Sono convinto che diventerà un giocatore importante. Sono giovane che può imparare ancora tanto. Nell'ultimo mese ho capito che qualcosa sarebbe successo. "Quando arrivano club forti economicamente, uno deve iniziare a capire che qualcosa a riguardo può accadere".

"Il mio modo di lavorare consiste nel cercare di avere la rosa il prima possibile, anche conoscendo il modo di lavorare del mister".

N'Zonzi? Mi piace tanto, lo sanno tutti.

"A N'Zonzi faccio i complimenti per il Mondiale, ma ad oggi non è un obiettivo reale per noi". Noi abbiamo uno dei più grandi allenatori, lo spogliatoio è pulito e c'è spirito di lavoro collettivo. "La Roma è una squadra ambiziosa e quello che farò non posso saperlo".