Ragazzini bloccati nella grotta: muore uno dei soccorritori

Ragazzini bloccati nella grotta: muore uno dei soccorritori

Non si può ancora provare a tirare fuori i 12 ragazzini rimasti intrappolati in una grotta in Thailandia.

I soccorritori thailandesi hanno annunciato che potrebbero essere costretti alla complessa estrazione dei giovani, insieme al loro allenatore di calcio, dalla grotta allagata se le piogge monsoniche, come previsto, torneranno ad abbattersi sull'area, compromettendo la missione di salvataggio. "Stiamo calcolando quanto tempo abbiamo se piove, quante ore e quanti giorni", ha detto ai giornalisti Narongsak Osottanakorn.

La morte del subacqueo solleva però seri dubbi sulla sicurezza del tentativo di portare fuori tutti attraverso i passaggi angusti della caverna profonda e in alcuni tratti anche coperta d'acqua, attraverso un percorso lungo oltre due chilometri.

Nuove speranze di raggiungere i ragazzi intrappolati con un percorso alternativo alla pericolosa via subacquea: gli scavatori pensano di aver individuato nella grotta di Tham Luang un cunicolo largo circa un metro che conduce a circa 150-200 metri dal punto dove si trovano. Non si capisce se sia morto per carenza di ossigeno durante l'immersione o a causa del malfunzionamento della bombola. Si continua intanto a lavorare senza sosta nella posa di un tubo lungo, quasi cinque chilometri, che possa immettere ossigeno nella cavità dove sono prigionieri i giovani calciatori.

Per il gruppo, una squadra di calcio giovanile che ha passato 13 notti nella grotta di Tham Luang, sono state preparate 13 attrezzatura da sub. Lo ha comunicato il comandante delle squadre speciali della Marina Thailandese, Arpakorn Yookongkaew.

Il percorso - Ci vogliono 11 ore per compiere il tragitto di andata e ritorno tra l'entrata della grotta e il punto dove i 12 e il loro allenatore sono bloccati. È improbabile che l'intero percorso venga liberato dall'acqua prima del weekend, quando sono previste nuove piogge.

Il suo corpo è già stato trasportato all'esterno della grotta.