Ragazzi nella grotta in Thailandia: muore un soccorritore

Ragazzi nella grotta in Thailandia: muore un soccorritore

Il livello d'ossigeno è calato a causa della presenza di centinaia di soccorritori nei cunicoli della grotta. Innanzitutto quello dell'allenatore, 25 anni e orfano di madre e padre, che ha voluto chiedere scusa per aver portato la sua squadra nella grotta: "Voglio scusarmi con i genitori - scrive il tecnico - In questo momento tutti i bambini stanno bene, i soccorritori si stanno prendendo cura di me e prometto che io mi prenderò cura dei bambini nel miglior modo possibile". "Le possibilità di avvicinarsi sono parecchio alte", ha detto Thanes Weerasiri, presidente degli ingegneri tailandesi. L'uomo è morto a causa della mancanza di ossigeno: ha perso conoscenza sulla via del ritorno alla caverna.

Ci sono seri dubbi sulla sicurezza per via dei passaggi angusti della caverna che occorre attraversare, un percorso lungo oltre due chilometri.

Sono necessarie 11 ore per compiere il tragitto di andata e ritorno tra l'entrata della grotta Tham Luang e il punto dove i 12 giovani calciatori e il loro allenatore sono bloccati da ormai dodici giorni. Per quella distanza sono necessarie tre bombole di ossigeno. L'ex Navy Seal morto oggi era impegnato proprio nella posa di bombole di ossigeno lungo gli 1,7 chilometri di percorso per raggiungere il gruppo dalla base intermedia che i soccorritori usano per i rifornimenti. È improbabile che l'intero percorso venga liberato dall'acqua prima del weekend, quando sono previste nuove piogge.

Un cavo telefonico per comunicare con l'esterno corre parallelo al tubo, nella speranza che possa consentire ai ragazzi di parlare con i loro genitori.

Una prima vittima che dimostra concretamente come sia un'operazione quasi disperata riportare fuori dalla grotta i ragazzi che si erano dispersi il 23 giugno scorso. Acquazzoni sono però dati come molto probabili tra lunedì e martedì. La situazione è ancora in stallo e l'emergenza sembra lontana da una soluzione visto che parte della grotta resta allagata.