Ospedale Mare di Napoli, reparto chiuso per festa: arrivano ispettori

Ospedale Mare di Napoli, reparto chiuso per festa: arrivano ispettori

Lo denuncia il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della commissione Sanità, affermando di aver ricevuto diverse segnalazioni in tal senso. Ho contattato il direttore dell'Asl Napoli 1, Mario Forlenza, e il direttore sanitario dell'Ospedale del Mare, Giuseppe Russo, per chiedere conferma sull'incredibile vicenda della chiusura del reparto di Chirurgia vascolare con dimissione di tutti i pazienti nella notte per consentire a medici e infermieri di partecipare alla festa organizzata in un locale a Pozzuoli dal neoprimario per celebrare il nuovo incarico. Lei, la responsabile del dicastero della Sanità Giulia Grillo, sarà invece a Napoli oggi, per incontrare i vertici dell'Ospedale del Mare e i dirigenti della sanità napoletana.

Così il governatore della Campania, Vincenzo de Luca, che a margine di una conferenza stampa si definisce così: "Un pacifico combattente". ieri, il ministro della Sanità, Giulia Grillo, durante il suo tour in Campania aveva parlato del fatto che il governatore De Luca ha anche il ruolo di commissario alla Sanità: "Che competenza ha un presidente di Regione per fare il commissario?" "Tutti i protagonisti di questa vergogna devono essere sanzionati e puniti - evidenzia Francesco Emilio Borrelli - Al di là del mancato rispetto di norme e regolamenti quello che mi preme sottolineare è l'assoluta mancanza di etica professionale. Secondo alcune testimonianze raccolte, l'intero reparto si sarebbe organizzato tra ferie, turni, malattie, affinché nessuno potesse mancare all'evento". Forlenza aggiunge anche di aver convocato per domattina il dottor Pignatelli.

La risposta dei due direttori interpellati da Borrelli, però, non si è lasciata attendere troppo e, come annunciato dallo stesso consigliere, sono stati prontamente presi i dovuti provvedimenti: "La sospensione in via cautelare del primario in questione e l'avviamento delle verifiche interne all'azienda, consentiranno di chiarire subito quanto accaduto e, in caso di evidenti responsabilità, di sanzionare duramente i responsabili. Non è pensabile continuare ad avere questi comportamenti proprio mentre la Regione da tempo sta conducendo una battaglia feroce contro i furbetti del cartellino, gli assenteisti e i truffatori".

A confermare all'Ansa il provvedimento è Mario Forlenza, direttore generale della Asl Napoli 1 centro.