Mondiali Russia 2018: formazioni, orari TV e streaming di Belgio-Giappone

Mondiali Russia 2018: formazioni, orari TV e streaming di Belgio-Giappone

Accorcia il Belgio al 24′ st: Vertonghen rimette in gioco le speranze del Belgio con un gol di testa a palombella da posizione defilata che coglie di sorpresa il portiere nipponico Kawashima. Nel mezzo la reazione belga era stata affidata a Hazard, il cui tentativo, però, si era infranto sul palo. È un assedio dei "Diavoli Rossi".

La seconda frazione di gioco riprende con l'incredibile gol del vantaggio del Giappone: lancio lungo di Shibasaki per Haraguchi, che approfitta dell'abbaglio di Vertonghen e calcia meravigliosamente in diagonale bucando Courtois (47′). Cinque giri di lancette più tardi, al 74′, è ancora festa in casa Belgio con Fellaini che svetta più in alto di tutti e insacca per il 2-2. Black out totale pero degli europei, che subiscono anche il secondo gol: Kagawa appoggia per Inui, il quale dal limite dell'area lascia andare un destro terrificante all'angolino (51′). Avanti di due lunghezze, i nipponici sono molto più rilassati ed iniziano a mettere in mostra un gran calcio. Al 74' arriva il 2-2 firmato da Fellaini che schiaccia in rete sull'assist di Hazard. Grande delusione invece per il Giappone che, dopo aver accarezzato l'idea di volare ai quarti, incassa una dolorosa sconfitta e quindi l'eliminazione della competizione. Prima è Honda a sfiorare il gol vittoria con una punizione insidiosa che Courtois vede all'ultimo e devia in angolo. Due volte Kawashima, che risponde bene prima su Chadli e poi su Lukaku (85′). Belgio ai quarti di finale: adesso il Brasile.

GIAPPONE (4-2-3-1): Kawashima, Yoshida, Nagatomo, H.Sakai, Shoji, Shibasaki (36′ st Yamaguchi), Inui, Haraguchi (36′ st Honda), Kagawa, Hasebe, Osako (2 Ueda, 6 Endo, 9 Okazaki, 11 Usami, 12 Higashiguchi, 13 Muto, 18 Ohshima, 20 Makino, 21 G.Sakai, 23 Nakamura). Il Giappone ormai non ha più le forze per far fronte all'arrembaggio del Belgio, resta solo una cosa da fare: arrendersi, ma con onore.

Passando alle probabili formazioni dell'ottavo di finale dei Mondiali 2018 tra Belgio e Giappone i ragazzi di Martinez dovrebbero schierarsi con il 3-4-3. L'equilibrio, nuovamente sull'elevazione, lo trova Fellaini: il centrocampista del Manchester United, subentrato a uno spento Mertens, sfrutta il punto debole della difesa nipponica, e di testa trova il punto del fondamentale pareggio.