Modena. Insulti e minacce a Ivan Zaytsev dai "No Vax" sui social

Modena. Insulti e minacce a Ivan Zaytsev dai

Ha avuto l'effetto di un detonatore il post della star del volley Ivan Zaytsev, scatenando l'ira di chi di vaccini non vuol nemmeno sentir parlare. Tantissimi utenti hanno sostenuto la scelte del campione del Modena Volley. "Ha fatto bene, molto bene". "E anche il #Meningococcoè fatto! A volte il sorriso si spegne lentamente". Senza dimenticare i razzisti, che in Italia spuntano sempre fuori quando c'è l'occasione adatta, a dimostrazione di come forse questo popolo non sappia e non voglia imparare a essere maturo: "Zingaro, spero che Salvini ti rimandi al tuo paese".

Zaytsev naturalmente è stato intervistato in proposito e ha rilasciato dichiarazioni piene di amarezza. Tanto è bastato per far arrivare decine di messaggi offensivi nei confronti del 29enne, accusato di essere pro vaccini.

Nonostante questo Il campione non si aspettava minimamente che i commenti avrebbero raggiunto il livello di violenza che si è trovato a fronteggiare.

Il loro motto? Criticare, sempre e comunque.

Di accoglierli in una città e in una regione dove i valori della convivenza sono solidi e non certo rappresentati da coloro che hanno scritto frasi assurde e inaccettabili, peraltro coinvolgendo una bambina piccola: anche vigliacchi!

Tuttavia, l'Ivano nazionale non sembra intenzionato ad andare avanti nella sua battaglia legale contro questi haters del web che si sono scatenati in un'azione congiunta: "Diciamo che la chiudo lì, anche perché non pochi hanno capito di aver passato il segno e hanno cancellato i commenti".

"Allo 'Zar' mi permetto di dire anche grazie, per un gesto che è di responsabilità sociale e collettiva come quello della vaccinazione".