Milan, domani la decisione del TAS riguardo il ricorso sull'esclusione dalle coppe

Milan, domani la decisione del TAS riguardo il ricorso sull'esclusione dalle coppe

"La parte appellante può presentare tutte le documentazioni e motivazioni su cui si fonda la presunzione di poter ottenere un lodo diverso rispetto alla sentenza". Secondo quanto emerge nelle ultime ore, infatti, se l'operazione Conte dovesse andare in porto, ci sarebbe una vera e propria rivoluzione: a Milano arriverebbe Cristiano Giuntoli, attuale direttore sportivo del Napoli che non ha rinnovato il contratto. A presiedere la Corte sarà infine Ulrich Haas, tedesco nato in Svizzera che insegna all'Università di Zurigo.

"Il Tas analizza tutti i documenti e le prove che hanno composto il dossier e la storia processuale che ha originato la sentenza appellata", ha spiegato l'avvocato Angelo Cascella, iscritto dal 2010 nella lista degli arbitri del Tas, in un'intervista a Panorama. A seguire il collegio arbitrale emetterà il proprio verdetto.

E' il giorno della sentenza del Tas in casa Milan. Da ricordare che il Tas di Losanna non ammette una nuova documentazione. Atalanta e Fiorentina alla finestra.

L'Europa rossonera ha il tabellone invertito: prima la finale poi, eventualmente, i gironi.

Il Milan si presenterà oggi davanti al Tas con la speranza di ribaltare la sentenza dell'Uefa, ma gli esperti del ramo giudicano quasi disperata la missione milanista. Possibile anche una terza via: il rimando all'Adjudicatory Chamber con l'obiettivo di un nuovo Settlement Agreement. L'uscita di scena di Li Yonghong e l'entrata di Elliott è un cambiamento radicale che potrebbe dare una mano al Milan per ribaltare la sentenza e tornare in Europa. Poi è toccato alla Uefa esprimere le sue tesi. Un'altra carta spendibile è quella della disparità rispetto a club come Psg, City e Inter, che non hanno di certo avuto lo stesso trattamento riservato ai rossoneri.

"Bonucci e Tas, ansia Milan". Oggi a Losanna con un altro no all'Europa - si legge in prima pagina - il Milan manderà il capitano verso il Paris Saint-Germain. Il ricorso si è reso necessario dopo la sentenza penalizzante della Camera Giudicante delll'UEFA. Lo riferisce il Corriere della Sera. Secondo quanto raccolto da Milannews.it confermata la presenza domani anche di Franck Tuil, importante manager del fondo Elliott. La decisione definitiva del Tas è attesa nel tardo pomeriggio.

Dalle 9.30 di questa mattina avrà luogo il dibattimento.

La Uefa aveva chiesto una continuità aziendale che Elliott è intenzionato a fornire, come si evince dal primo comunicato emesso qualche giorno fa. Vedremo cosa succederà ora che il fondo USA è diventato il nuovo proprietario del Milan. Non rimane che attendere per sapere se la squadra di Gennaro Gattuso potrà disputare la prossima Europa League.