Marcello Foa nominato presidente della Rai

Marcello Foa nominato presidente della Rai

"Sin dai tempi del mio maestro Indro Montanelli, mi sono impegnato per un giornalismo intellettualmente onesto e indipendente e da oggi - ha poi scritto - rinnovo questo impegno morale nei confronti dei giornalisti e di tutti i collaboratori della Rai".

I dem parrebbero essere riusciti nel loro intento, tanto che la capogruppo di Forza Italia Mariastella Gelmini ha dichiarato: "Nelle prossime ore si cercherà ancora il dialogo con tutte le altre forze politiche per individuare una figura terza, di garanzia".

La nomina a presidente Rai, ha scritto su Facebook, "è giunta inaspettata nell'arco di pochissime ore". Solo con l'appoggio azzurro, infatti, il candidato presidente potrebbe essere eletto in commissione di Vigilanza. Se la maggioranza tentasse un blitz sui telegiornali, il voto decisivo del presidente potrá impedirlo. Poi l'appello ai forzisti: "Mi auguro che FI, che ha ottenuto la presidenza della commissione di Vigilanza della Rai come forza di opposizione, non decida di votare con la maggioranza un candidato impresentabile che non rappresenta in alcun modo i valori di democrazia e libertà che Berlusconi ha sempre rivendicato come principi fondativi del suo partito".

Foa per essere confermato presidente dell'azienda radiotelevisiva nazionale dovrà poter contare sui due terzi della vigilanza, una soglia raggiungibile solo con l'assenso di tutta la maggioranza e di una parte delle opposizioni.

E se il Pd e Liberi e Uguali hanno già annunciato battaglia appellandosi a Forza Italia affinché voti contro la designazione del giornalista (perché "sovranista, estimatore di Putin e divulgatore di fake news che ha ingiuriato il Capo dello Stato e fatto campagne contro i vaccini") il partito di Sivlio Berlusconi per ora riflette.

Per Forza Italia si tratta quindi di un passaggio delicato e già si vede lo scontro fra colombe e avvoltoi. Se non ci sarà si troveranno altre soluzioni.

In Italia ha lavorato per Il Giornale, testata che ha lasciato nel 2011 e a cui è ancora legato dal suo blog personale, dal quale ha dato molto lavoro ai debunker, grazie a diversi post come, ad esempio, quello con cui giurava che negli Usa fossero pronti 150mila riservisti e che sarebbero stati mandati in guerra. Vedremo il da farsi. Marcello Foa sarà il nuovo presidente della RAI.

Intanto, il diretto interessato, Foa torna a commentare la decisione del governo gialloverde di proporlo alla guida del servizio radiotelevisivo pubblico.

Fabrizio Salini è il nuovo amministratore delegato Rai, mentre la poltrona di presidente è stata affidata a Marcello Foa. "Foa è un giornalista con la schiena dritta che ha sempre fatto il suo mestiere con grande onestà intellettuale e dimostrando totale indipendenza".

Anche Mara Carfagna tuona contro Marcello Foa in un tweet: "Sulle nomine Rai governo arrogante. Proponendo Foa al buio, il governo ha utilizzato un metodo sbagliato".