La bufala su WhatsApp delle radiazioni eccessive nella notte del 27 luglio

La bufala su WhatsApp delle radiazioni eccessive nella notte del 27 luglio

Accanto agli scatti della spettacolare luna rossa che ieri ha riempito i cieli di tutto il mondo e milioni di obiettivi di macchine fotografiche, ad inondare gruppi e chat di WhatsApp prima e anche dopo l'eclissi è la nuova (vecchia) bufala dei raggi cosmici.

Stasera alle 00: 30-03: 30 assicurarsi di spegnere il telefono, cellulare, tablet, ecc ... e mettere lontano dal corpo. Televisione Singapore ha annunciato la notizia. Si prega di inviare questo sms ai vostri famigliari e amici.

Questa sera (venerdì 27 luglio 2018) il nostro pianeta non verrà invaso da radiazioni molto alte, né tanto meno i raggi cosmici passeranno vicino alla Terra. Quindi, per favore spegni il cellulare. Potrete lasciare i vostri dispositivi regolarmente accesi (meglio se non vicino al corpo, ma non per il monito lanciato dal messaggio WhatsApp) senza preoccuparvi di chissà quali danni.

Si presenta così: un messaggio arrivato sui nostri schermi da qualche utente, più per scherzo si spera, che per reale terrore.

Dalla didascalia sui messaggi inoltrati al limite massimo di condivisioni passando per i sistemi automatici che riconoscono (e tentano di bloccare) le catene di Sant'Antonio: Whatsapp, l'app di messaggistica istantanea più popolare e utilizzata al mondo, sta cercando in ogni modo di aggiornare la propria app con misure in grado di fermare la diffusione di catene e fake news che, purtroppo, impazzano da anni e rimbalzano in pochi minuti da una chat all'altra facendo spesso il giro del mondo. Gli indizi che smascherano la sua natura ingannevole e contraffatta ci sono tutti. Per quanto concerne la tv di Singapore non viene nemmeno citata.

Una granata però mal lanciata dal solito mattacchione del web.