Juventus, Perin si presenta: "Io come Buffon? Sarà impossibile"

Juventus, Perin si presenta:

Joao Cancelo, pronto ad accogliere Cristiano Ronaldo? Alla conferenza di presentazione di João Cancelo arrivano tanti giornalisti portoghesi e alcuni hanno organizzato una diretta per l'occasione.

Le prime domande per il portoghese, inevitabili, riguardano Cristiano Ronaldo: "Non ho parlato con lui".

"Non me lo aspettavo però da una società come questa non mi sorprende aver preso un campione del genere". Alzerà la qualità della squadra sicuramente e spero che continueremo a vincere insieme. "La Juve, comunque, ha l'obiettivo di vincere tutto".

Sulla Champions: "E' ovvio che Cristiano ci porterà qualità, anche per la Champions". Competizione difficile, tortuosa, ma è un obiettivo che io e i miei compagni e in generale la Juve vogliamo raggiungere.

Sul passaggio dal campionato spagnolo a quello italiano, lo stesso che farà CR7: "Si passa da un campionato più tecnico a uno più tattico".

"Sono campionati molto diversi".

Perin rivela di avere ricevuto altre offerte interessanti, ma assicura: "Ho parlato con 3-4 società, penso di avere fatto la scelta migliore perché la Juventus capita una volta nella vita e non ci ho pensato nemmeno due volte".

Le impressioni da giocatore della Juventus. La Juve fa parte delle migliori squadre d'Europa.

Sei stato vicino al Wolverhampton in queste settimane? Non il posto sicuro, niente comfort zone: "Tutti hanno pensato che io avrei scelto la via più semplice, ma nella mia vita calcistica la vita semplice non l'ho mai avuta".

Su Inter-Juve dello scorso anno: "Lo scorso campionato fu una grande partita. E questi sono i colori che difenderò d'ora in avanti". Allegri ha le idee chiare, e sta dando un'identità alla squadra. "Lavoriamo insieme per questo". Cristiano Ronaldo, appunto. Da amanti del calcio possiamo dare il benvenuto in Italia al più grande atleta calcistico della storia, da interisti accusiamo il colpo e guardiamo avanti, perché solo questo possiamo fare oggi. "E' una grande responsabilità essere pagato così tanto". "Ci sono molti giocatori con cui competere per una maglia da titolare".

Non era al Mondiale, come si riconquista la nazionale portoghese? "Se farò bene in un grande club come la Juve, potrò giocarmi le mie carte per entrarci". Sì, l'Inter è stato un club molto importante per me. "Da quando sono arrivato gli allenamenti sono già molto intensi, penso che sia questo l'elemento che alza la competitività in un club".

Differenze tra Juve e le altre: "Non parlo di differenze". Sono due club importanti in Italia, la Juventus ha dominato negli ultimi anni: è per questo che ho scelto di venire qua, per continuare a vincere. Ma anche Chiellini e i difensori sono dei grandi, qui sono tutti forti.

Non so se è giusto, ma io tifo Croazia.