Giappone: piogge torrenziali e frane, 199 vittime e decine dispersi

Giappone: piogge torrenziali e frane, 199 vittime e decine dispersi

Secondo le autorità locali il conteggio delle vittime è soggetto ad aumentare di ora in ora, e una stima verosimile dei danni non può essere ancora formulata.

Il portavoce del governo giapponese, Yoshihide Suga, ha detto che per far fronte alle conseguenze del disastro l'esecutivo stanzierà urgentemente almeno 2 miliardi di yen (18 milioni di dollari).

Il numero delle vittime provocate dall'alluvione dei giorni scorsi in Giappone occidentale, continua a salire drammaticamente con il passare delle ore. Il maltempo che ha colpito l'ovest del Paese ha messo in ginocchio un'intera nazione. L'ultima volta che si registrò una catastrofe climatica del genere risale al 2014: in quella circostanza persero la vita 77 persone. Il disastro ha causato anche importanti danni economici: grandi aziende come Mazda e Daihatsu Motor Co. hanno dovuto interrompere la produzione nei loro stabilimenti a Kyoto, Hiroshima e Yamaguchi. Il ministero del Territorio e delle infrastrutture ha mobilitato autopompe e altri mezzi per tentare di drenare le aree maggiormente colpite, ma i lavori richiederanno circa due settimane. Molte tra le vittime sono proprio coloro che non sono riusciti a fuggire quando è arrivata l'inondazione annunciata e sono cominciate le aree più a rischio sono state inondate dal fango o colpite da frane. "Una squadra partirà domani e include due specialisti (uno medico, uno logistico) che visiteranno le prefetture di Hiroshima e Okayama; la seconda squadra - prosegue la nota - visiterà la prefettura di Ehime, nello Shikoku". Il numero maggiore di morti si è registrato a Hiroshima e nei suoi dintorni.