Giappone: almeno 100 morti per maltempo

Giappone: almeno 100 morti per maltempo

Le piogge, che non danno tregua al paese da giovedì, hanno costretto gli abitanti a cercare rifugio sui tetti delle abitazioni: nella prefettura di Okayama, i soccorritori sono intervenuti in aiuto di centinaia di persone rimaste intrappolate.

Una fortissima ondata di maltempo ha colpito il Giappone, in particolare la regione del Kansai e del Kyushu, nella zona centro occidentale del Paese. Secondo il Japan Times ad oggi si contano 104 morti e almeno 50 dispersi, ma il bilancio non è ancora definitivo. Gli ordini di evacuazione hanno riguardato un totale di 5,9 milioni residenti in 19 prefetture, con 30mila persone costrette a pernottare nei centri di accoglienza da domenica. Per il ministero delle Infrastrutture, 17 operatori ferroviari hanno sospeso i servizi, e si stima che il processo per ripristinare i collegamenti di trasporto potrebbe durare mesi.

Per coordinare i soccorsi ieri il premier Shinzo Abe ha deciso di annullare il suo viaggio in Europa e in Medio Oriente in programma in questi giorni. Alcuni pazienti sono stati portati su una barella sul tetto dell'ospedale, da dove sono stati evacuati grazie agli elicotteri. Le aziende hanno fermato le attività per proteggere la sicurezza dei propri impiegati e per la difficoltà di reperire pezzi di ricambio, anche a causa dalle interruzioni nelle strutture stradali. Il premier nipponico sarebbe dovuto partire questo mercoledì per volare prima a Bruxelles, dove era stata concordata la firma per il trattato di libero scambio con l'Unione Europea, e successivamente in visita in Francia.