Dal mondo/Usa, sparatoria in un giornale del Maryland: cinque morti

Dal mondo/Usa, sparatoria in un giornale del Maryland: cinque morti

La giustizia però non ha accolto la sua richiesta di risarcimento. Aveva fatto causa al giornale per diffamazione.

Negli Stati Uniti, nel Maryland, un uomo ha sparato sulla redazione del giornale Capital Gazette ad Annapolis. E' primo pomeriggio quando nella redazione del giornale si scatena la paura e già al primo allarme la mente corre al gennaio del 2015 e alla strage di Charlie Hebdo a Parigi. Secondo la Cbs, ci sarebbero 4 vittime. Diversi agenti di Polizia sono giunti sul posto e, in misura cautelare, in altre redazioni giornalistiche. Erano le 14,40 ora locale. Si tratta di quattro giornalisti e di una dipendente del settore commerciale. Cinque le vittime: Wendi Winters, 65 anni, caporedattore della cronaca, Rebecca Smith, 34 anni, da poco assunta come assistente alle vendite, Robert Hiaasen, 59 anni, vice caporedattore e commentatore, Gerald Fischman, 61 anni, editorialista e John McNamara, 56 anni, aporedattore e giornalista sportivo.

Uno dei reporter del Capital Gazette ha twittato: "L'uomo armato ha sparato contro la porta a vetri e ha aperto il fuoco su diversi lavoratori". Le squadre speciali della polizia sono intervenute in sessanta secondi.

Tutti i diritti di utilizzazione economica previsti dalla legge n. 633/1941 sui testi da Lei concepiti ed elaborati ed a noi inviati per la pubblicazione, vengono da Lei ceduti in via esclusiva e definitiva alla nostra società, che avrà pertanto ogni più ampio diritto di utilizzare detti testi, ivi compreso - a titolo esemplificativo - il diritto di riprodurre, pubblicare, diffondere a mezzo stampa e/o con ogni altro tipo di supporto o mezzo e comunque in ogni forma o modo, anche se attualmente non esistenti, sui propri mezzi, nonché di cedere a terzi tali diritti, senza corrispettivo in Suo favore.