Amazon assume, 1700 posti in Italia

Amazon assume, 1700 posti in Italia

Amazon crea in Italia ulteriori 1700 posti di lavoro a tempo indeterminato, passando dagli attuali 3500 ai 5200 previsti per la fine dell'anno in corso. Nuove opportunità di lavoro destinate a persone con ogni tipo di esperienza, istruzione e livelli di competenza, dagli ingegneri e sviluppatori di software fino agli operatori di magazzino.

Molti dei ruoli sono disponibili nei nuovi centri di distribuzione che sono stati aperti nell'autunno 2017 a Passo Corese (RI) e a Vercelli così come nel centro di distribuzione Amazon già esistente a Castel San Giovanni (PC), nel Customer Service di Cagliari, nel Centro di Sviluppo di Torino e nella nuova sede direzionale a Milano. Il dato esplica tra le righe alcuni aspetti importanti per il futuro di Amazon nel nostro paese: in primis l'aumento di occupazione, qualcosa che non può che essere raccolto con estremo favore da tutti; inoltre l'aumento dell'esposizione di Amazon nei confronti dell'Italia, ove riflette sul mondo del lavoro quote di mercato sempre più importanti; terzo ma non ultimo, il fatto che si tratti di assunzioni a tempo indeterminato che vanno quindi incontro alle rivendicazioni sindacali che hanno fin qui reso complessi gli ultimi mesi.

"Siamo impegnati a investire in Italia per migliorare continuamente i servizi che offriamo ai nostri clienti", spiega Mariangela Marseglia, Country Manager di Amazon Italia e Spagna che aggiunge: "Nel 2018 1.700 nuovi dipendenti rafforzeranno i nostri team italiani per assicurare ai nostri clienti consegne più veloci, una selezione più ampia e maggiore convenienza".

Inoltre, Amazon continuerà ad assumere per il suo centro di sviluppo di Torino, impegnato in nuovi progetti su Alexa, Amazon Echo e Amazon Fire.

Nella sede direzionale di Milano Porta Nuova, per esempio, il numero dei dipendenti salirà a 600, con l'inserimento di account manager, ingegneri, specialisti del cloud, e diversi altri profili digitali. Oltre all'assunzione di responsabili operativi, ingegneri, specialisti nelle risorse umane, specialisti IT e di operatori che prelevano, imballano e spediscono gli ordini dei clienti, l'azienda sta assumendo anche ruoli altamente qualificati per il Tech Center di Vercelli focalizzati sul l'implementazione di processi tecnologici dei nostri centri di distribuzione.

Amazon punta ancora forte sull'Italia.

Quest'anno poi, il colosso dell'ecommerce è salito al quarto posto nella classifica dei datori di lavoro più attrattivi, realizzata da Universum in base alle risposte di oltre 38mila studenti di università italiane.