All’ultimo rigore la Croazia spegne il sogno della Russia

All’ultimo rigore la Croazia spegne il sogno della Russia

Dall'altra parte c'è una Russia galvanizzata, che vola sulle ali di un sogno in questo Mondiale casalingo: i russi potrebbero cercare il bis della partita contro la Spagna per fare fuori di nuovo una squadra che tecnicamente è superiore, la Croazia dovrà sfruttare il precedente per evitare di ripetere l'errore iberico. Le vincenti dei due incontri si sfideranno in semifinale.

Riallacciandoci ai tempi fulgidi del calcio sudamericano a livello di nazionali, occorre però precisare come il Sudamerica è vero che sino a non molti faceva sovente pagare dazi molto ingenti alle compagini europee, ma non era un fenomeno esteso a tutto il continente, bensì una specificità di una élite ristretta, composta esclusivamente da pochissimi eletti, ovvero da Brasile ed Argentina. Il giocatore del Chelsea è infatti il pericolo numero uno della formazione belga e lo ha dimostrato contro il Brasile trascinando la sua squadra in semifinale dopo trentadue anni.

L'Inghilterra conquista un posto alle semifinali del Mondiale di Russia 2018. La Croazia ha ora un appuntamento con la storia: centrare la sua prima finale in un Mondiale. Sfida tra due outsider, ma in senso diverso: della Croazia si ammiravano già le qualità tecniche, in particolare del fenomenale centrocampo, dunque la qualificazione ai quarti non stupisce, in particolare dopo il fenomenale girone in cui gli slavi hanno travolto l'Argentina e vinto tre partite su tre. Adesso a difendere la porta della squadra di Southgate è Jordan Pickford che, dopo una stagione di alti e bassi in Premier League con l'Everton, pare essere rinato, rendendosi decisivo e parando prima il calcio di rigore a Bacca e poi mantenendo la sua porta inviolata contro la Svezia grazie a ottimi interventi. Cinque in totale, mentre tra i croati figura solo il difensore Lovren del Liverpool. Le uniche extraeuropee queste che dal '54 ad oggi sono state insignite del titolo mondiale.