US Open 2018, storico bis di Koepka. Molinari chiude 25°

US Open 2018, storico bis di Koepka. Molinari chiude 25°

Dalla quasi eliminazione alla gloria.Successo storico per Brooks Koepka, che per il secondo annoconsecutivo vince lo U.S.Open di golf centrando un'impresariuscita per l'ultima volta a Curtis Strange tra il 1988 e il1989. L'americano è il settimo giocatore di sempre a realizzare il back-to-back in un major, che ha visto tutti i protagonisti, nessun escluso, chiudere la gara sopra al par. Questa la gioia dello statunitense che ha primarischiato l'uscita al taglio e poi bissato il successo del 2017terminando la gara in 281 (75 66 72 68, +1), precedendo di uncolpo Tommy Fleetwood, autore di un ultimo giro straordinario.Secondo posto per l'inglese (+2 sul totale) che con un parzialedi 63 (-7) ha fatto registrare il record del percorso edeguagliato il primato del torneo. Belle rimonte per Xander Schauffele e Tyrrell Hatton, sesti a +6 insieme al deludente Henrik Stenson e a Daniel Berger che non ha retto la pressione dell'ultimo match nella giornata finale di un major. Quarto posto a +4 per Patrick Reed: il campione Masters oggi si è esaltato con cinque birdie nelle prime sette buche che lo avevano proiettato in piena lotta per il successo, poi dalla 9 in poi qualche errore ha frenato quella che a inizio serata sembrava una cavalcata inarrestabile. Disastro finale per Tony Finau, che dopo un gran giro soprattutto nella seconda parte, vanifica buona parte dei suoi sforzi con il doppio bogey della 18 con cui scende al quinto posto con +5.

RAMMARICO MOLINARI - Il piemontese ha terminato il torneo in 25/a posizione (+12 al fianco di Justin Thomas), deluso per due bogey nelle buche finali (17 e 18) che gli hanno impedito di ottenere un piazzamento migliore. Per un successo arrivato su un campo probante, che ha messo a dura prova i giocatori. "Non ho giocato al top delle mie possibilità" ha ammesso il golfista di Torino, "però su un campo così difficile non è semplice darsi un voto". Che ha consegnato a Koepka un assegno di oltre 2 milioni di dollari su un montepremi complessivo di 12 (il più alto in assoluto). Con il successo costruito dal nuovo numero 4 al mondo sulle buche 11,12 e 14, decisive ai fini della vittoria. Francesco Molinari non ha brillato particolarmente. Un rientro col botto dal sapore speciale per Koepka, l'uomo dello U.S. Open e dei major.