Sala,da gennaio stop a diesel inquinanti

Sala,da gennaio stop a diesel inquinanti

Si comincia con i diesel Euro 0, 1, 2 e 3. Così dal primo ottobre del 2019 scatterà la seconda fase con lo stop anche dei veicoli euro 4 per arrivare al 2025 "quando i diesel non circoleranno più", ha spiegato il primo cittadino.

A darne l'annuncio è stato il sindaco Beppe Sala nel suo primo faccia a faccia con il sindaco di Roma, Virginia Raggi. Dal 21 gennaio 2019, infatti, verrà attivata una Low Emission Zone, cioè una superficie più vasta dell'attuale Area C di Milano, all'interno della quale i motori diesel più vecchi non potranno più entrare, eccetto che di sabato e di domenica. "Comprendo l'obiettivo della Lez, ma dovremo intervenire in maniera piu' strutturale anche sulle altre fonti di inquinamento come il riscaldamento domestico, in particolare legna e pellet, e lo spandimento dei reflui zootecnici che producono ammoniaca e nell'aria provoca la formazione di PM10 secondario". "È un passaggio delicato ma che si deve fare", sono le parole del Sindaco di Milano riportate dal sito del Corriere della Sera. Saranno posizionate telecamere in 180 varchi d'accesso alla città dove ci saranno cartelli con tutti i divieti. Grande spazio anche alla cartellonistica stradale che avviserà, ad ogni varco della Low Emission Zone, il divieto di transito per le categorie di auto coinvolte. Solo che l'effetto sarebbe centuplicato e gli stessi ghisa si troverebbero in difficoltà a gestire una mole del genere.

Attualmente i varchi attivi e già equipaggiati con segnaletica e telecamere sono circa una dozzina ma entro fine anno i lavori dovrebbero essere stati portati a termine. Successivamente si procederà con l'installazione di tutte le telecamere.

Secondo quanto ha fatto sapere l'assessore alla Mobilità, Marco Granelli, la Low emission zone sarà interamente in funzione tra la fine del 2019 e l'inizio del 2020. Prima di partire però partirà una massiccia campagna informativa. Le due settimane dal 7 al 20 gennaio serviranno per far conoscere i nuovi provvedimenti.

"Dai nostri calcoli risulta che le auto fino a Euro 3 in circolazione non siano moltissime - ha detto il sindaco - certamente poi troveremo formule per dare qualche permesso d'ingresso".